Simeone, Icardi a tutti i costi: per Mario Suarez e Mandzukic?

Articolo di
26 maggio 2015, 12:11

L’Inter da mesi sembra essere vicina al rinnovo con Mauro Icardi, negli ultimi giorni la novità di Wanda Nara procuratrice del compagno ed il giallo legato ad un viaggio per Madrid: evidentemente non con destinazione merengues bensì colchoneros. Simeone lo vuole, l’Inter ha due giocatori apprezzatissimi fra le fila del cholo: i margini ci sono.

TELENOVELA CHE COMINCIA A STANCARE – Rinnovo o non rinnovo, Wanda Nara nuovo agente ed Icardi che dice e non dice: film già visti, all’Inter e non. Soliti mezzi per strappare fino alla firma l’ultimo euro possibile, qualche bonus in più e nel frattempo stizzire società ma soprattutto tifosi, da sempre poco amanti di queste lunghe diatribe nelle manovre di contratto. Il dopo-Diego Costa a Madrid non è stato dei migliori: Mario Mandzukic non ha convinto, probabilmente poco adatta la sua fisicità nel calcio spagnolo, dote che invece potrebbe tornare utilissima in una Serie A dove, con le medesime caratteristiche, vi è un capocannoniere da 38 anni suonati. Ma non solo, Simeone potrebbe mettere sul piatto, oltre al cash, un vecchio pallino della società nerazzurra e molto apprezzato da Mancini: trattasi del centrocampista Mario Suarez, faro davanti alla difesa che coniuga perfettamente qualità e quantità, dall’alto della sua impressionante stazza, ma dotato anche di un’ottima conclusione dalla distanza. La valutazione dei due però non arriva a Mauro Icardi, servirebbe dunque un supplemento in denaro vicino ai 10 milioni di euro, che l’Atletico potrebbe inserire per accontentare il tecnico argentino. L’Inter, rinnovo o non rinnovo, potrebbe pensarci per rifondare una squadra che necessita di una rivoluzione: non ci saranno introiti europei, la sanzione Uefa pesa e gente che ha mercato è sempre più rara nella mediocre rosa nerazzurra.