Sampdoria, Osti: “Anche se ceduto vogliamo che Schick…”

Articolo di
11 maggio 2017, 19:05
Schick

Non arretra di un millimetro Carlo Osti, direttore sportivo della Sampdoria, sul futuro di Patrik Schick. Il dirigente blucerchiato ha ripetuto nuovamente quali sarebbero le intenzioni del club ligure sull’attaccante seguito dall’Inter

ANCORA ALLA SAMP – Intervistato da “TuttoMercatoWeb.com” in occasione delle finali del torneo Ravano, il direttore sportivo della Sampdoria Carlo Osti ha smentito le indiscrezioni sul presunto incontro che sarebbe avvenuto ieri con i procuratori di Patrik Schick, attaccante nel mirino di Inter, Juventus e Napoli, per parlare di un possibile rinnovo di contratto e ha ribadito la posizione dei blucerchiati sul futuro del centravanti ceco: «Ieri non abbiamo incontrato gli agenti di Schick. È stata una cena con il presidente Ferrara, con il segretario generale Massimo Ienca, con il mister e con Daniele Pradé». Però Pasca era a Genova. «Il fatto che fosse a Genova non vuol dire che ci abbia visti». Quindi non lo avete incontrato? «No, penso che sia venuto a fare un giro per salutare Schick che è un suo assistito». Incontro a parte, come procede la trattativa? «Non c’è nessuna novità. Come sapete la nostra volontà è di fare in modo che il percorso del giocatore si completi con un altro anno alla Sampdoria e che quindi, qualunque debba essere la destinazione del ragazzo, eventuale, a giugno, si possa considerare il fatto che il ragazzo resti con noi». Pasca ha detto che vuole un posto assicurato. «Penso che il posto assicurato non lo abbia nessuno, ogni allenatore fa le sue valutazioni. Schick è un ottimo giocatore, che ha dato molto e che se dovesse rimanere darà ancora di più perché questo è stato il suo primo anno in Italia. Però poi, ripeto, è l’allenatore che fa le sue scelte».

Facebooktwittergoogle_plusmail