Sabatini guarda in casa PSG: vuole anche Pastore all’Inter – AP

Articolo di
18 agosto 2017, 00:28
Javier Pastore

Arrivano ulteriori dettagli sulle possibili operazioni sull’asse Parigi-Milano, dopo l’ipotesi fatta sui nomi di Rabiot e Joao Mario: come riportato da Alfredo Pedullà sul proprio sito, anche Pastore rientra nei sogni nerazzurri di fine agosto

RABIOT TRE ANNI DOPO – “Un chiodo fisso, da sempre. Quel chiodo fisso (di Walter Sabatini) si chiama Adrien Rabiot, il centrocampista in scadenza di contratto nel 2019 con il Paris Saint-Germain. Quel Rabiot che Sabatini aveva preso, per la Roma, nell’estate 2014. Poi tutto salto perché la madre aveva preteso di parlare con Rudi Garcia, a quei tempi allenatore giallorosso, per avere garanzie tecniche. Sabatini si alzò e se ne andò, i contratti erano pronti. E da lì a poco Rabiot avrebbe prolungato con il PSG, proprio fino al 2019, scadenza dell’attuale contratto”.

E PASTORE (DOPO PALERMO) – “Per i francesi è una pedina importante, ma oggi non titolare. Non ci sono novità per ora sul rinnovo, Sabatini si tiene informato. Se potesse dal PSG porterebbe via due pedine, Rabiot e Javier Pastore. Dopo l’uscita di Geoffrey Kondogbia in direzione Valencia, l’Inter potrebbe avvertire la necessità di fare un altro centrocampista. Rabiot sarebbe perfetto per il 4-2-3-1, l’Inter non vorrebbe sacrificare Joao Mario se non a condizione estremamente convenienti. Al PSG il portoghese piace, esattamente come l’Inter farebbe carte false per Rabiot. Sviluppi possibili”.