Romano: “Nel 2012 l’Inter aveva in pugno Allan e Dybala”

Articolo di
29 aprile 2015, 13:30
dybala

Nel prossimo mercato estivo l’Inter di Roberto Mancini sogna di portare ad Appiano Gentile Paulo Dybala e il centrocampista dell’Udinese Allan ma per farlo dovrà prima convincere le loro rispettive società a lasciar partire i due sborsando diverse decine di milioni di euro (almeno una trentina per l’argentino e minimo 15 per il mediano). E pensare che nel gennaio del 2012 il club nerazzurro avrebbe potuto prendere entrambi per cifre decisamente più basse.

AFFARI SFUMATI – A rivelarlo è il giornalista di “Sky Sport” Fabrizio Romano nel suo editoriale per “Calciomercato.com” nel quale ha ripercorso le tappe che portarono l’allora direttore tecnico Marco Branca prima a bloccare i due per poi abbandonare le trattative permettendo così al Palermo e ai bianconeri della famiglia Pozzo di assicurarsi i giocatori. Il passaggio dell’attaccante classe ’93 saltò a causa del gioco al rialzo dell’Instituto de Cordoba e dell’altissima percentuale richiesta dal suo agente Gustavo Mascardi (si parla addirittura di 8 milioni). Discorso un po’ diverso per Allan, scoperto quasi per caso durante il Mondiale Under-20 dagli osservatori inviati dall’Inter (per tenere sotto controllo Coutinho e il neo acquisto Juan Jesus) e destinato a trasferirsi a Milano per circa 2 milioni di euro. Ma le ottime prestazioni tirate fuori dal ragazzo a fine 2011 portarono il Vasco de Gama a chiederne uno in più ricevendo come risposta un secco no che lasciò così strada libera all’inserimento da parte dell’Udinese.

RIMPIANTI – Detto questo rimane comunque molto difficile che i due sarebbero riusciti ad imporsi da subito in prima squadra anzi, quasi certamente entrambi avrebbero faticato tantissimo e subito un bel po’ di critiche da parte dei tifosi per poi finire in prestito al Chievo o al Cagliari di turno, anche se l’idea di aver potuto acquistare dei giovani così promettenti per cifre decisamente più basse di quelle attuali aumentano di certo i rimpianti.