Romano: “Gabriel Jesus poteva essere dell’Inter. Guardiola…”

Articolo di
28 novembre 2016, 00:23
Gabriel Jesus

Nel suo spazio per “Calciomercato.com” il giornalista Fabrizio Romano ha raccontato com’è andata la trattativa per portare Gabriel Jesus dal Palmeiras al Manchester City. L’attaccante brasiliano, che questa sera ha conquistato il Brasileirão, è stato molto vicino al passaggio all’Inter, prima del decisivo inserimento di Pep Guardiola.

COLPACCIO SFUMATO – “E pensare che poteva essere davvero nerazzurro. L’Italia, il corteggiamento alla famiglia, la mamma Vera Lucia, il consiglio di Ronaldo: l’Inter le ha provate tutte pur di convincere Gabriel Jesus, durante la prima metà della scorsa estate. Un assalto in piena regola, dalle missioni in Brasile contando sul fattore famiglia e le proposte economiche più che importanti, ben oltre i venticinque milioni di euro. Tentativi continui del DS Piero Ausilio sostenuto dal gruppo Suning, volenteroso di regalare al popolo dell’Inter la punta classe ’97 del Brasile. Che oggi ha vinto il campionato con il suo Palmeiras, da stella assoluta e con fiumi di lacrime perché dovrà lasciare il suo club. E così alla fine l’operazione è saltata ed è arrivato il compagno di Seleçao alle Olimpiadi, Gabigol. Ma com’è andata davvero?”.

SORPASSO FINALE – “A decidere tra le tante offerte arrivate per Gabriel Jesus, dal Barcellona al Bayern Monaco fino alla mega proposta dell’Inter che ha proposto al ragazzo anche un contratto importante, è stata una telefonata. Quella di Pep Guardiola, manager del Manchester City che con la sua influenza (Gabriel Jesus stravede per lui) e con l’abilità nell’esporre il progetto del club sui migliori giovani al mondo (era stato appena preso anche Leroy Sané, dallo Schalke 04) ha convinto la mamma di Gabriel, oltre che il ragazzo. Accettando anche di portarlo in Inghilterra solo dal prossimo gennaio, lasciandolo protagonista con il suo Palmeiras senza ansia. E rilanciando fino a trentatré milioni, con ricchi bonus a condire un’operazione importante con cui il Manchester City si è garantito Gabriel Jesus”.

ALTRE PISTE – “Per Suning, è stato un colpo duro da digerire. Su Gabigol, la proprietà cinese ha fatto ugualmente un grosso investimento credendoci tanto. E c’è volontà di insistere su di lui, senza dubbi. Ma per la prossima stagione, l’idea dell’Inter made in China è di provare un colpo italiano e giovane. Da qui le piste che portano a Domenico Berardi, piena di concorrenza, e Federico Bernardeschi, pallino anche lui del DS Ausilio. Saranno due rincorse molto complesse, l’Inter lo sa bene. Ma Suning è convinta, ha scelto questa strategia da tempo, rinforzata dopo l’amarezza per Gabriel Jesus. Che trionfa col Palmeiras e ora si guadagnerà la Premier League. L’Inter ha fatto il possibile e l’impossibile. Ma il rischio che diventi un’enorme rimpianto esiste”.

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.

Riccardo Spignesi

Studente (ancora per poco) all’Università Statale di Milano. Redattore anche per SpazioCalcio.it e BetClic, estremamente fissato con il calcio.