Rivoluzione Inter: Ecco i principali innesti

Articolo di
23 aprile 2015, 12:20
ausilio

L’Inter è in fase di cambiamento, la squadra di Mancini verrà stravolta per la prossima stagione per creare un organico forte e vincente. Il tecnico di Jesi ha in mente una vera e propria rivoluzione a strisce nere e azzurre, parecchi giocatori dovrebbero lasciare l’Inter e altri non dovrebbero proprio rinnovare. Ausilio ha la lista della spesa e dovrà lavorare per portare a Milano i giocatori chiesti da Mancini, i nomi caldi restano quelli di Tourè, Jovetic e Lamela. 

NUOVO ANNO, NUOVA INTER – Stando a quanto è stato riportato dal sito “calciomercato.com” l’Inter si starebbe preparando a una rivoluzione della rosa. La deludente stagione ha bocciato molti giocatori che dovranno lasciare la squadra per far posto a nuovi innesti capaci di mangiare terreno e portare a casa vittorie. Mancini ha impartito degli ordini ben precisi a Ausilio che dovrà cercare di portare a Milano l’obiettivo numero uno dell’Inter, Yaya Tourè. Il giocatore Ivoriano è in scadenza con il suo club e ha fatto ben capire che non rinnoverà il contratto, Ausilio dovrà trovare un accordo con il procuratore del giocatore e portarlo alla corte di Mancini. Si lavora anche sul montenegrino Jovetic, che l’Inter vorrebbe prendere con un prestito con obbligo di riscatto.

LAMELA O SONG – Nel caso in cui l’Inter non riuscisse ad aggiudicarsi Jovetic con un prestito, Ausilio è pronto a virare sul giocatore ex Roma, Lamela, il giocatore è in forza al Tottenham che solo due estati fa lo ha pagato 30 milioni più bonus. L’argentino non riesce a esprimersi al meglio in Premier League e l’Inter sonda il terreno per portarselo a Milano con un prestito con riscatto obbligatorio. L’Inter ha un altro obiettivo che gioca in Premier, si tratta del centrocampista Alex Song che gioca nel West Ham, il giocatore dovrebbe lasciare la squadra a giugno per fare ritorno nel Barcellona che è proprietario del suo cartellino, nel caso in cui il Barcellona decidesse di lasciarlo andare in prestito l’Inter è in pole.