Raimondi: “Schick, l’Inter va cauta. Keita vorrebbe la Juventus”

Articolo di
20 luglio 2017, 23:42
Claudio Raimondi

Nel corso di “YouPremium Mercato” l’esperto di mercato di Premium Sport Claudio Raimondi ha parlato di alcune trattative legate all’Inter, in particolare sugli attaccanti Baldé Diao Keita della Lazio e Patrik Schick della Sampdoria. Queste le sue parole.

SITUAZIONI DELICATE«Perché Baldé Diao Keita non va alla Juventus? Perché Claudio Lotito non ha buonissimi rapporti con i dirigenti bianconeri. Lui vorrebbe la Juventus ma la pista più concreta sarà l’Inter. Andrés Iniesta all’Inter? No, è una suggestione. Credo che sia una bandiera blaugrana, è difficilissimo che si stacchi da quella dimensione. Ho un aggiornamento su Patrik Schick: l’Inter sta valutando, la Sampdoria vuole trenta milioni ma l’Inter vorrebbe andarci cauta e fare nuove visite mediche. Una trattativa prestito con diritto, nemmeno obbligo, attenzione perché oggi ha parlato Massimo Ferrero ed è stato cauto, è il segnale che non c’è l’offerta giusta. Ha ammesso la trattativa con l’Inter, ma vuole vederci chiaro: quando vai su un giocatore che non è stato preso ufficialmente per problemi di idoneità fisica non puoi spendere trenta milioni a cuor leggero. Di sicuro l’Inter era stata spiazzata dal blitz della Juventus. Keita intanto è stato riportato a un comportamento più consono a quello di un atleta dai senatori, in particolar modo Ciro Immobile. Lui ha detto che non vuole impoverire la Lazio andando via a parametro zero, vuole andar via al prezzo giusto. Sta entrando nell’ottica che la Juventus, soprattutto se completerà la rosa con Federico Bernardeschi, se non vende Juan Guillermo Cuadrado non va. Lui lentamente sta entrando nella sua seconda opzione che è l’Inter, non è la primissima scelta ma adesso si sta convincendo che può essere la scelta giusta quella di Milano. Lucas Lima c’è una prima offerta: lui è a scadenza dicembre 2017, l’80% del cartellino è detenuto dal gruppo Doyen Sports, il 10% è di un agente e il 10% del Santos. Il Santos è in una gravissima situazione finanziaria e ha sparato alto, ha chiesto trenta milioni per tenersi tre milioni, è una trattativa che potrebbe decollare».