Pioli-Marcelino-Zola, i retroscena della scelta di Suning – GdS

Articolo di
7 novembre 2016, 07:48
pioli

La “Gazzetta dello Sport” ha svelato i retroscena dell’improvviso cambio di direzione in casa Inter per quanto riguarda l’allenatore, dalla scelta di puntare su Marcelino al sorpasso decisivo di ieri da parte di Stefano Pioli

FRECCIA PIOLI – “L’audizione migliore sembra essere stata quella di Stefano Pioli. E’ questo il riassunto del weekend di consultazioni avvenute a Milano per l’assegnazione della panchina dell’Inter. L’ex allenatore della Lazio, dalla tarda mattinata di ieri, ha messo la freccia su Marcelino e Zola. Prima della partita contro il Crotone il club ha deciso di pubblicare un comunicato che annunciava la scelta del nuovo allenatore e del nuovo a.d. entro domani”.

PRETESE PESANTI – “La cronaca della giornata di ieri parte dalla notte tra sabato e domenica. Quella in cui, fino alle 3, Marcelino sembrava l’allenatore dell’Inter. Poi la svolta. Marcelino che aveva chiesto un contratto molto robusto (3,5 milioni l’anno fino al 2019) e carta bianca sul mercato. Al di là delle differenti vedute all’interno della società, anche questi due aspetti devono aver pesato”.

FIDUCIA E RESPONSABILITÀ – “È stato a quel punto che i nomi di Stefano Pioli e Gianfranco Zola hanno ripreso quota. L’ex allenatore della Lazio era stato «tranquillizzato» poche ore prima, sentendosi dire al telefono che il suo profilo restava di gradimento. La spinta di Ausilio, Gardini e di Zanetti per la soluzione italiana ha così preso il sopravvento. Un grande attestato di stima nei confronti dell’area tecnica nerazzurra, ma a questo punto anche una pesante responsabilità“.

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Ivan Vanoni

Ivan Vanoni

Nato a Varese nel 1992, studente di lingue e laureato in Scienze della Mediazione Linguistica. Innamorato dell'Inter fin da bambino, Dejan Stankovic l'idolo assoluto.