Per Joao Mario è braccio di ferro con lo Sporting – CdS

Articolo di
12 agosto 2016, 10:28
Joao Mario

Il “Corriere dello Sport” scrive che Joao Mario è un pallino del Suning e si punta a chiudere l’affare entro una settimana. Bisogna convincere lo Sporting, con cui è in atto un braccio di ferro guidato da Kia Joorabchian.

PALLINO – L’Inter fa sul serio per Joao Mario. Il centrocampista campione d’Europa è un autentico pallino del Suning, il giocatore che ai cinesi viene caldeggiato dal loro uomo di fiducia sul mercato, quel Kia Joorabchian che di Joao Mario è anche procuratore. Sembrava che dopo la chiusura del mercato cinese la fumata bianca non fosse destinata ad arrivare perché il bilancio nerazzurro non pareva in grado di sopportare un investimento necessario a convincere lo Sporting Lisbona a privarsi del suo talento. E invece l’Inter è nuovamente partita all’attacco e stavolta i manager di Nanchino sono convinti della positiva conclusione della vicenda.

TRATTATIVA DURA – Dopo il via libera dato da Frank De Boer, la decisione dei cinesi nell’averlo è talmente grande che i dirigenti nerazzurri pensano che l’affare possa davvero essere chiuso entro la prossima settimana. Ieri Joorabchian ha lavorato sull’affare e ha avuto un contatto con il presidente dello Sporting, ribadendo l’offerta dell’Inter ovvero 35 milioni di euro pagabili a rate. Il club biancoverde neppure stavolta ha dato il via libera perché, forte di una clausola rescissoria da 60 milioni e di un contratto con il calciatore fino al 2020, pretende di più. Il procuratore ha provato a forzare la mano e ha fatto salire la proposta fino a 40 milioni sottolineando che il giocatore ha dato il suo benestare al trasferimento a Milano nonostante le altre offerte che ha ricevuto pure dalla Premier. Secondo il “Corriere dello Sport” di fatto siamo di fronte a un braccio di ferro. Oggi è previsto un nuovo aggiornamento.

Facebooktwittergoogle_plusmail