Pedullà: “Muro Sporting all’Inter. João Mário come Perišić”

Articolo di
18 agosto 2016, 23:50
Pedullà

Alfredo Pedullà, attraverso il suo sito ufficiale, riassume in poche righe la trattativa fra Inter e Sporting Clube de Portugal per João Mário. Sul centrocampista portoghese è probabile che si arrivi agli ultimi giorni di mercato, come successo un anno fa col Wolfsburg per Ivan Perišić.

TRATTATIVA FIUME – “Il muro dello Sporting CP è alto… Cinquanta milioni. Questa la richiesta di Bruno de Carvalho, numero uno del club lusitano, rispetto agli ultimi tentativi dell’Inter per assicurarsi le prestazioni di João Mário. Il club nerazzurro non ha intenzione di cambiare le condizioni che ricordiamo: dieci milioni di prestito oneroso, trenta di riscatto obbligato (pagamento in tre-quattro rate) più cinque a titolo di bonus. Lo Sporting è come il Porto: quando bisogna vendere i pezzi pregiati la parola d’ordine è: resistere e/o alzare la posta. Esattamente quello che sta facendo Bruno de Carvalho, consapevole del fatto che per Suning – quindi per l’Inter – João Mário rappresenta una priorità. Ora la strategia nerazzurra è quella di aspettare la prossima partita, con probabile utilizzo dal primo minuto del centrocampista, per poi chiedere a João Mário di forzare la mano con i giusti metodi, ma facendo presente che questa è un’occasione irrinunciabile per la sua carriera. Quindi, bisogna avere pazienza. Questa trama assomiglia alla trattativa che portò – dopo un lungo braccio di ferro – Ivan Perišić in nerazzurro la scorsa estate. In quella occasione la strategia fu quella giusta, ora come andrà? Di sicuro l’Inter non molla”.

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.

Riccardo Spignesi

Studente (ancora per poco) all’Università Statale di Milano. Redattore anche per SpazioCalcio.it e BetClic, estremamente fissato con il calcio.