Pedullà: “L’Inter paga João Mário con una serie di uscite”

Articolo di
27 agosto 2016, 00:52
Pedullà

Alfredo Pedullà cerca di spiegare come l’Inter potrà ufficializzare l’acquisto di João Mário rispettando l’accordo fatto con l’UEFA nella primavera del 2015 sul fair play finanziario. Negli ultimi giorni, se non a gennaio 2017, ci saranno alcune cessioni per rientrare della spesa fatta con il centrocampista portoghese.

CONTI IN REGOLA – “Giornata fondamentale in casa Inter, con gli arrivi di Gabigol e João Mário a riportare entusiasmo in casa nerazzurra. Per quanto riguarda il centrocampista portoghese, proveniente dallo Sporting CP, confermate le indiscrezioni che vi abbiamo anticipato stamattina sul possibile cambio della formula. Non più i famosi dieci (prestito oneroso) più trenta (obbligo di riscatto) più cinque (a titolo di bonus), bensì quaranta milioni secchi con operazione da definire a titolo definitivo, per quello che integrerebbe quindi un risparmio sui bonus. Una formula diretta, che accontenterebbe appieno lo Sporting e che l’Inter può concretizzare in primis con una serie di operazioni in uscita: Stevan Jovetić e Caner Erkin su tutti, con Marcelo Brozović principale indiziato per fare una cospicua cassa, tenendo presente che anche a gennaio l’Inter potrebbe cedere qualche elemento in esubero, per poi presentarsi a giugno prossimo dall’UEFA con tutti i conti in regola in chiave fair-play finanziario, al di là di altri possibili introiti di marca Suning. L’Inter cercherà di fare anche un difensore, il primo della lista è Victor Lindelöf, piace anche Ezequiel Garay e c’è questa possibilità Martín Cáceres a parametro zero”.