Pedullà: “J. Mario-Inter dopo addio Jovetic e non solo. FdB…”

Articolo di
24 agosto 2016, 23:52
pedullà

Alfredo Pedullà – dopo aver anticipato la notizia sul ritorno di Jovetic alla Fiorentina – durante la diretta di “Speciale calciomercato” su Sportitalia fa il punto sul mercato dell’Inter: si lavora per definire l’acquisto di Joao Mario, ma serve più di una cessione

L’ERRORE DI DE BOER – Il pessimo debutto italiano del neo tecnico interista non allarma Alfredo Pedullà, che invita i tifosi e la critica ad ammorbidire la presa: «Frank de Boer esonerato se l’Inter perde anche contro il Palermo? De Boer ha sbagliato una partita, non facciamo fantamercato. Sicuramente de Boer poteva essere più morbido: ha parlato di quattro mesi per vedere la nuova Inter, poteva dire che i tifosi l’avrebbero vista presto, subito dopo la sosta…».

MERCATO IN FERMENTO – «A Caner Erkin l’Inter ha dato un ingaggio da 2 milioni, ma adesso lo sta già per vendere: non c’è ancora l’accordo con il Real Betis Balompié, che continua ad alzare l’offerta, ma potrebbero esserci anche altri club. Stesso discorso per Stevan Jovetic, che è stato preso l’anno scorso e ora è già sulla strada di Firenze: l’Inter è disposta a contribuire a parte dell’ingaggio pur di lasciarlo andare alla Fiorentina. Sono cose che sul mercato succedono, sopratutto dopo il cambio di allenatore: Roberto Mancini ha voluto a tutti i costi Felipe Melo, che ora è sul mercato. Joao Mario all’accordo con l’Inter, ma i cinesi non possono sfidare il Fair Play Finanziario: cedendo Jovetic e un altro, l’Inter può mettersi in regola per ufficializzare Joao Mario».

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Andrea Turano
Nato nell’era Bagnoli, ma svezzato da Simoni, vive la sua vita in nero e azzurro. Parla di Inter ventiquattro ore al giorno, nel tempo libero si limita a scrivere, sempre di Inter. Sogna di lasciare un ricordo indelebile nella storia della Beneamata, come Arnautovic. E’ un tifoso sfegatato come tanti, ma obiettivo come pochi.