Pedullà: “Izzo? No, un giovane. Nuova difesa per l’Inter. L’ala…”

Articolo di
16 agosto 2017, 23:17
Alfredo Pedullà

Alfredo Pedullà – giornalista ed esperto di mercato -, in chiusura di “Aspettando Calciomercato” su Sportitalia, fa un ampio punto della situazione sul mercato dell’Inter, che in queste ore è in fermento sia in uscita sia soprattutto in entrata, con Mangala, Cancelo e Schick in dirittura, mentre come ala destra torna di moda Karamoh al posto di Emre Mor

SCAMBIO DEFINITO – Da Alfredo Pedullà arrivano conferme sulle prossime mosse nerazzurre: «Non è obbligatorio pensare che possa arrivare un altro giocatore in mezzo dopo la cessione di Geoffrey Kondogbia, c’è abbondanza a centrocampo. Il problema dell’Inter oggi è acquistare il terzino destro, un difensore centrale e liberarsi di ingaggio importante come quello di Kondogbia, anche per finanziare l’operazione Patrik Schick (Sampdoria), poi aspettare gli ultimi giorni di mercato per la resa del Caen su Yann Karamoh, infine vedremo se sarà possibile acquistare un centrocampista, ma le priorità sono altre. Il Valencia vuole a tutti i costi Kondogbia, l’Inter vuole rivoluzionare la difesa finalmente con due terzini da Inter dopo tanti anni, quelle di Joao Cancelo e Dalbert sono due ottime operazioni. Domani lo scambio tra Inter e Valencia può entrare nel vivo, già con le visite mediche di Kondogbia e Cancelo, al massimo si aspetterà venerdì. La volontà di chiudere è reciproca».

LE ALTRE TRATTATIVE – «Quella per Emre Mor (Borussia Dortmund) è un’operazione tramontata da una settimana, anche perché l’Inter con quei soldi vuole finanziare Schick. Sullo scambio tra Armando Izzo e Andrea Ranocchia non ci sono novità perché l’interista non è orientato ad andare al Genoa, se no sarebbe già andato a prescindere dallo scambio tra i due. All’Inter in difesa è più vicino Eliaquim Mangala (Manchester City) in prestito, tra domani e venerdì dovrebbe definirsi l’acquisto, con l’uscita di Jeison Murillo al Valencia, successivamente l’Inter chiuderebbe per un difensore ancora più giovane di Izzo per completare il reparto, ad esempio Juan Foyth (Estudiantes), sul quale c’è anche il Paris Saint-Germain che lo segue da tempo».