Pedullà: “Inter ha 3-4 giorni, ecco la situazione di Schick. Suning…”

Articolo di
21 agosto 2017, 23:14
Schick

Alfredo Pedullà – oltre ad aver fatto il punto su tutte le trattative più calde in casa Inter – tra “Aspettando Calciomercato” e “Sportitalia Mercato” su Sportitalia si dilunga per spiegare la situazione legata a Schick, promesso sposo dell’Inter, ma ancora non arrivato a causa del temporeggiamento di Suning

FRENATA SUNING – Settimana con riflettori puntati sull’attaccante ceco, parola di Alfredo Pedullà: «Il Suning Group, anche tramite dichiarazioni di Walter Sabatini su Arturo Vidal e gli altri top, aveva fatto capire che sarebbe stata l’estate dei colpi. Poi è arrivata la frenata imposta dal Governo Cinese sugli investimenti, ma Suning è una potenza di livello mondiale a livello economico. L’Inter è nella condizione di rinviare a gennaio le operazioni programmate ora, questo si è capito in queste ultime settimane, visto che si è fermata anziché chiudere alcune operazioni e altre le ha chiuse solo in prestito. La situazione si rasserenerà: non per mancanza di volontà di Suning, ma per volontà dello Stato Cinese, durante il mercato di gennaio».

OBIETTIVO SCHICK – «Ora servono le garanzie per chiudere l’operazione Patrik Schick, che vuole andare all’Inter. Schick non ha ancora aperto alla Roma, ha memorizzato il suo interesse, oggi c’è stato anche un altro sondaggio della Juventus, ma dipende molto da cosa vuole fare l’Inter e dalla liquidità che deve trovare per chiudere quest’operazione. Se aspetta altri tre-quattro giorni, l’Inter sprecherebbe il vantaggio ottenuto finora e non ancora concretizzato: alla Sampdoria non basta il prestito con diritto di riscatto, serve l’obbligo a determinate condizioni. I prossimi due-tre giorni saranno decisivi: magari in questi giorni arriva qualche cessione, ad esempio Stevan Jovetic ceduto a 20 milioni, per sbloccare Schick».