Pedullà: “Inter, ecco tutti i nomi del mercato invernale. Medel…”

Articolo di
13 ottobre 2016, 00:20
pedullà

Alfredo Pedullà – giornalista ed esperto di mercato – durante la diretta di “Calcio € Mercato” su Sportitalia fa un ampio punto della situazione sul mercato dell’Inter in vista della finestra di gennaio: tanti i nomi sul taccuino, tutti afferenti alla difesa per ora

SUNING FARA’ GRANDE INTER – Per Alfredo Pedullà è già tempo di colpi: «L’Inter rispetto al Milan è un po’ giudicabile: ci sono le idee giuste per iniziare a colmare il gap con la Juventus. L’Inter può spendere bene e costruire un organico molto competitivo. L’Inter è ripartita grazie al lavoro fatto in precedenza: Victor Lindelof è seguito da tempo e poi è stato un attimo accantonato, adesso è accostato al Milan solo per via dell’arrivo di Massimiliano Mirabelli… Il gruppo Suning non ha problemi a spendere, già da gennaio probabilmente lo farà senza preoccupazioni, magari verrà fatta qualche operazione in uscita in Cina per equilibrare entrate e uscite. Gran parte del Fair Play Finanziario è alle spalle. Il bilancio di quanto fatto in estate è positivo: a gennaio si parte, poi a giugno si fa sul serio ripartendo quasi da zero (come debito, ndr). Suning è pronto a investire tantissimo».

MOVIMENTI DIFENSIVI IMMINENTI – «Anche se ora viene accostato alla Juventus, su Matteo Darmian l’Inter è forte: al Manchester United è un separato in casa e all’Inter giocherebbe, a differenza della Juventus. Però bisogna sfoltire: Yuto Nagatomo, Danilo D’Ambrosio e Davide Santon non possono rimanere tutti. Martin Caceres viene proposto continuamente, può essere valutato nei prossimi dieci-quindici giorni. Si inizia con un difensore centrale perché Andrea Ranocchia non è affidabile, e con un terzino. Con un paio di operazioni importanti l’Inter alzerebbe il tasso qualitativo di una rosa già importante».

PRIORITA’ SULLE FASCE DIFENSIVE – «Credo che uno tra Jonas Hector e Lindelof escluda l’altro, costano entrambi 30 milioni. All’Inter serve un terzino di spinta oltre a Cristian Ansaldi. E’ chiaro manchi un centrocampista all’Inter, un’alternativa a Gary Medel: anzi, un grande titolare al posto di Medel, non un’alternativa. Prima bisogna trovare una soluzione a uno tra Geoffrey Kondogbia e Marcelo Brozovic: il primo ancora non ha reso dopo l’importante spesa fatta l’anno scorso, il secondo fa pace e guerra con l’Inter. Difficile trovare un estimatore di Kondogbia oggi, per Brozovic invece si parla già di plusvalenza. La grande priorità dell’Inter, però, sono gli esterni difensivi. Inoltre trovare a gennaio un grande interprete in mezzo al campo non è facilissimo».

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Andrea Turano
Nato nell’era Bagnoli, ma svezzato da Simoni, vive la sua vita in nero e azzurro. Parla di Inter ventiquattro ore al giorno, nel tempo libero si limita a scrivere, sempre di Inter. Sogna di lasciare un ricordo indelebile nella storia della Beneamata, come Arnautovic. E’ un tifoso sfegatato come tanti, ma obiettivo come pochi.