Pedullà: “Inter, ecco le priorità a gennaio. Poi in estate arriva…”

Articolo di
30 dicembre 2016, 00:22
pedullà

Alfredo Pedullà – giornalista ed esperto di mercato – a “Calcio € Mercato” su Sportitalia commenta il momento dell’Inter a cavallo tra il deludente 2016 e il radioso 2017 prospettato: mercato da protagonista, ma bisogna pazientare ancora qualche mese

RIPRESA INTER – Per Alfredo Pedullà è tempo di bilancio di fine anno con prospettiva al 2017: «Se la normalità ripristinata da Stefano Pioli in panchina diventerà tale anche a livello societario, e ci sono i presupposti affinché sia così, l’Inter è destinata a essere sempre più competitiva. Non manca nulla, vedrete che farà il Suning Group in estate sul mercato… Pioli in poco tempo ha dimostrato come si può raggiungere l’equilibrio tattico all’Inter, che prima ha preso un allenatore come Frank de Boer che non conosceva il calcio italiano, perdendo così sei-sette punti a inizio stagione».

MOSSE INVERNALI – «A gennaio l’Inter può fare solo acquisti in prestito: anche se ha i soldi, o non può spenderli oppure gli altri club non cedono i giocatori richiesti. All’Inter servono due terzini, con tutta la stima per Danilo D’Ambrosio e Yuto Nagatomo, perché deve alzare la qualità. Tra terzini e centrocampo, però, la necessità è più in mezzo al campo, dove si lavora per il prestito di un mediano che dia equilibrio. Poi a fine mercato può spuntare un’occasione tra i terzini… Le altre operazioni verranno rinviate in estate, a gennaio può arrivare qualcuno per sei mesi».

MOSSE ESTIVE – «L’Inter aveva in pugno Victor Lindelof, ma a gennaio non può spendere 45-50 milioni di euro per un centrale difensivo. E’ giusto pensare agli italiani, infatti l’Inter sta pensando seriamente a Roberto Gagliardini e vorrebbe chiudere subito per bruciare la concorrenza della Juventus. In estate tornerà su Domenico Berardi e Federico Bernardeschi: la strada intrapresa dall’Inter è molto logica per arrivare in estate a fare i fuochi pirotecnici sul mercato. L’Inter ha fatto bene a blindare Mauro Icardi con la clausola rescissoria da oltre 100 milioni».