Pedullà: “Criscito spinge, occhio all’Inter nel finale. Fabregas…”

Articolo di
29 agosto 2016, 23:09
pedullà

Alfredo Pedullà – giornalista ed esperto di mercato – in chiusura di “Aspettando calciomercato” su Sportitalia fa il punto sul mercato dell’Inter, che in queste ore registra un rallentamento sulla cessione di Jovetic e non solo

FRENATA SU JOVETIC – L’operazione potrebbe andare ugualmente in porto, ma Alfredo Pedullà segnala le difficoltà delle ultime ore: «La situazione legata a Stevan Jovetic era molto lanciata verso il ritorno alla Fiorentina, ma non ci sono ancora gli accordi sulle cifre: Jovetic non fa sconti sul suo ingaggio, la Fiorentina dovrebbe accollarsi tutto e non ci sta. Nelle prossime ore potrebbe sbloccarsi, ma oggi l’incontro tra Inter e Fiorentina non è stato positivo. Giornata da fumata grigia, anzi siamo più vicini alla fumata nera che alla fumata bianca: la Fiorentina oggi è poco fiduciosa nei chiudere l’operazione».

LE ALTRE TRATTATIVE – «Caner Erkin non è scarso, semplicemente non è il terzino sinistro dei sogni: è stato preso a parametro zero per Roberto Mancini… L’Inter per ora ha Cristian Ansaldi fuori, ma tornerà presto, a sinistra c’è un problema: Domenico Criscito potrebbe essere possibile in caso di apertura nelle ultime ore, perché il giocatore sta forzando molto, anche se costa. Non va sottovalutata neanche la pista che porta a Martin Caceres, che è svincolato. E occhio anche alla situazione Andrea Ranocchia, cercato da Sassuolo: potrebbe essere ceduto all’ultimo».

IDEA FABREGAS, RINNOVO AUSILIO – «Lo scambio tra Cesc Fabregas e Marcelo Brozovic è stata solo un’idea proposta all’Inter, ma non è stata sviluppata. Penso ci siano tutti i presupposti per il rinnovo di Piero Ausilio, che ha lavorato bene prima e dopo l’arrivo del gruppo Suning».

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Andrea Turano
Nato nell’era Bagnoli, ma svezzato da Simoni, vive la sua vita in nero e azzurro. Parla di Inter ventiquattro ore al giorno, nel tempo libero si limita a scrivere, sempre di Inter. Sogna di lasciare un ricordo indelebile nella storia della Beneamata, come Arnautovic. E’ un tifoso sfegatato come tanti, ma obiettivo come pochi.