Paventi: “Questi i prossimi movimenti di mercato dell’Inter”

Articolo di
9 dicembre 2015, 16:02
Roberto Mancini Palermo-Inter

In casa Inter si comincia a pensare al prossimo mercato di gennaio e da tempo i dirigenti nerazzurri sono impegnati per accontentare le richieste di Roberto Mancini. La domanda che molti si pongono è se la società prima tenterà di vendere gli esuberi oppure se cercherà di piazzare qualche grande colpo per continuare la corsa verso la vittoria in campionato

MERCATO DI GENNAIO – Ospite negli studi di Sky Sport 24, Andrea Paventi ha provato a prevedere alcune mosse del mercato interista di gennaio:
«Mancini, come carattere, richiederà al presidente e alla società qualcosa per competere per lo scudetto, in virtù della posizione in classifica. Se l’Inter non sarà prima, sarà comunque seconda e, in questa finestra, la sua posizione va oltre le aspettative estive. Mancini però non compra tanto per comprare, ma vuole gente che faccia la differenza. Un esempio sono i difensori interscambiabili, perché nessuno fa la differenza e perciò li tiene sulla corda. Tutti sono cedibili e possono fare tesoretto. Da Ranocchia o Juan Jesus puoi ottenere 10 milioni, anche se non cederanno entrambi, ma solo uno e magari due esterni. Queste cessioni ti possono portare quel tesoretto, anche a livello ingaggio. Pensiamo a Vidic, 3,5 milioni di ingaggio per un anno e mezzo ancora: cederlo è come acquistare un altro giocatore.
Piacciono Malbasic dell’Hoffenheim e Piccini del Betis Siviglia, ma non dovrebbero esserci movimenti per l’attacco. Certo, se arriva offerta della vita per Icardi ci pensano, ma è difficile però che offrano 40 milioni a gennaio per lui. A centrocampo invece si pensa al prestito di Gnoukouri, non alla vendita perché vogliono tenerlo e lo stesso discorso vale per Dimarco»