Mercato Inter – Punto sulle trattative aggiornate al 6 agosto

Articolo di
6 agosto 2016, 01:30
speciale-calciomercato-estate-2016

Mercato in fermento, soprattutto per l’Inter. La finestra estiva del calciomercato è entrata ufficialmente nel vivo e attraverso la rubrica “Mercato Inter” di Inter-News.it, i lettori verranno aggiornati quotidianamente su tutte le trattative condotte dal DS Ausilio – sia in entrata sia in uscita – in accordo con la proprietà Suning e il tecnico Mancini

IN ENTRATA – L’Inter inizia a pensare anche al futuro, per questo il nome di Mattia Perin (Genoa) ha superato quello di Salvatore Sirigu (Paris Saint-Germain): acquisto tra i pali per la prossima stagione, a meno che un’inattesa cessione di Samir Handanovic non riesca ad accelerare la trattativa. Dopo il 6-1 sotto i colpi del Tottenham, l’Inter torna a pensare a un innesto in difesa: è ancora caldo il nome di Ezequiel Garay, desideroso di arrivare in Italia poiché considera terminata la propria esperienza allo Zenit San Pietroburgo. L’alternativa low cost e Made in Italy è rappresentata da Gian Marco Ferrari (Crotone), sul quale ha messo gli occhi anche la Juventus. Proprio con i bianconeri è in atto un nuovo derby di mercato a centrocampo: l’Inter è pronta a offrire fino a 20 milioni per avere Luiz Gustavo del Wolfsburg, ma si tratta di un affare in salita. Sempre aperto con la Juventus il duello per Gabriel “Gabigol” Barbosa, sul quale è stato detto e fatto tutto: l’Inter aspetta una risposta definitiva che potrebbe arrivare solo dopo la fine delle Olimpiadi, anche se con Santos ed entourage del giocatore la trattativa è ormai stata impostata sui binari giusti. Inoltre, Manolo Gabbiadini aspetta di conoscere il suo futuro: difficile che l’Inter lo prenda come merce di scambio, anche se il Napoli insiste. Infine, Diego Costa (Chelsea) è stato offerto all’Inter, mentre il nome di Carlos Bacca (Milan) rappresenta solo un rumor infondato.

IN USCITA – Difficile che Samir Handanovic lasci l’Inter ora: il portiere sloveno potrebbe interessare solo al Manchester City che, oltre a giocare la Champions League, dispone del potenziale economico per convincere l’Inter a trattare la clamorosa cessione dell’estremo difensore. Nulla da fare per Davide Santon: anche il West Ham, una volta terminate le visite mediche, ha scartato l’esterno scuola Inter, che torna alla base in attesa di nuovi sviluppi. Dopo la Roma, anche il Napoli si è fatto avanti per Danilo D’Ambrosio: altro no secco dell’Inter, che non libera il proprio difensore tuttofare. La Sampdoria spinge per riavere Dodò, mentre sembra tramontare la pista che riporterebbe (anche) Andrea Ranocchia in Liguria. Per Assane Gnoukouri dovrebbe spuntarla il Pescara, mentre per Felipe Melo si riapre la pista cinese (Jiangsu Suning), ma solo quando riaprirà il mercato asiatico. In avanti, infine, va segnalata la telenovela legata al nome di Mauro Icardi: questo weekend potrebbe rappresentare la deadline sia per l’Inter sia per il Napoli, che devono pensare anche a un eventuale degno sostituto in assenza di Icardi, così l’Arsenal spera di inserirsi. L’Inter continua a considerare incedibile Icardi, a differenza di Stevan Jovetic (ipotesi Napoli viva, ma in calo) ed Eder, per il quale è scongiurato un ritorno alla Sampdoria, ma non l’ipotesi Jiangsu a gennaio. Nonostante le numerose richieste, non dovrebbe muoversi Jonathan Biabiany, almeno fino alla prossima sessione di mercato.

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Andrea Turano
Nato nell’era Bagnoli, ma svezzato da Simoni, vive la sua vita in nero e azzurro. Parla di Inter ventiquattro ore al giorno, nel tempo libero si limita a scrivere, sempre di Inter. Sogna di lasciare un ricordo indelebile nella storia della Beneamata, come Arnautovic. E’ un tifoso sfegatato come tanti, ma obiettivo come pochi.