Marchetti: “Inter, occhio ai rilanci per Gagliardini! Altri nomi…”

Articolo di
5 gennaio 2017, 01:30
Luca Marchetti

Luca Marchetti – giornalista di “Sky Sport” – nel suo consueto editoriale del giovedì per il portale “Tutto Mercato Web” fa un maxi riassunto delle trattative di mercato che vedono protagonista anche l’Inter, alle prese con qualche difficoltà nella chiusura dell’affare Gagliardini e di cessioni importanti

RALLENTAMENTO PER GAGLIARDINI – “Il mercato è bello perché ogni giorno succede qualcosa. E se invece non succede, potrebbe comunque essere una notizia. E’ il caso di Roberto Gagliardini all’Inter. Operazione sulla quale (probabilmente) noi giornalisti siamo andati più veloci dei diretti interessati. Ma c’è sempre un motivo. L’affare non è chiuso, è in fase di definizione. Non significa che è saltato: significa che tutti stanno lavorando per completarlo, in mezzo a difficoltà normali in una situazione del genere, ovvero alcune dinamiche obbligate della trattativa. L’Inter, come sapete, non può fare operazioni a titolo definitivo. Ma anche la cifra del prestito non può essere a discrezione dell’Inter (o dell’Atalanta), ma ha un limite. Tutto questo sempre secondo le regole del Fair Play Finanziario, di cui l’Inter vuole e deve tener conto. Questo comporta una serie di vincoli sui quali si sta discutendo e che portano via tempo”.

INSIDIE POSSIBILI, AFFARE DA DEFINIRE – “Sgombriamo il campo da equivoci: tra Inter e Atalanta c’è sintonia. Ma ora l’Atalanta potrebbe non sentirsi garantita dai due milioni di prestito senza alcun obbligo di riscatto. Per questo la trattativa si amplia, perché a questi vengono agganciate altre esigenze. Ed ecco che potrebbe essere decisivo incontro tra proprietà (quando torneranno i cinesi in Italia, quindi all’inizio della prossima settimana) per far capire ancora meglio le intenzioni dell’Inter e sgombrare il campo da qualsiasi perplessità. La situazione ancora non definita chiaramente potrebbe indurre altre squadre a non sentirsi tagliate fuori. E magari proporre le stesse condizioni per chiudere l’operazione. Ma al momento le telefonate di altri direttori sportivi o intermediari sono solo azioni di disturbo (anche se non possiamo sapere quanto disturbo realmente creano) visto che la volontà di Inter e Atalanta è quella di chiudere il prima possibile e con soddisfazione reciproca. E’ in corso una trattativa complessa, ma le parti sono comunque fiduciose. Insomma la fumata bianca ancora non c’è stata, ma all’orizzonte (ancora) non si vedono nubi…”.

CESSIONI PRESENTI E SOGNI FUTURI – “L’Inter nel frattempo continua a lavorare sulle uscite: Stevan Jovetic sempre più ai margini del progetto Stefano Pioli sta per andare al Siviglia, Ever Banega secondo il suo procuratore sta per ricevere offerte importanti dalla Cina (Hebei China Fortune e Bejing Guoan): appena arriveranno, verranno valutate dall’Inter, ma la cessione non è affatto scontata. Il Leicester City invece insiste per Francesco Acerbi (va convinto il Sassuolo che reputa tutti i suoi giocatori incedibili, ma che ha già sondato Andrea Ranocchia per qualsiasi evenienza). E avendo già parlato di Marco Verratti (attenzione al Bayern Monaco) e di Federico Bernardeschi per giugno, aggiungiamo un altro nome per il prossimo mercato nerazzurro: Ricardo Rodriguez, terzino del Wolfsburg, che ha una clausola da 22 milioni, ma si può prendere anche con meno. Sul ragazzo c’è anche il Paris Saint-Germain, ma lui preferirebbe l’Italia e l’Inter vorrebbe bloccarlo”.