Marchetti: “Icardi ha scelto una strategia. Disturbi Inter-Napoli”

Articolo di
12 agosto 2016, 00:18
Marchetti

Luca Marchetti, durante l’edizione dedicata al calciomercato su Sky Sport 24, ha parlato di tutte le trattative di giornata che hanno visto l’Inter chiamata in causa. Tanti movimenti nell’asse con il Napoli e una scelta da prendere per il centrocampo, visto che dopo Antonio Candreva non è ancora finita la campagna acquisti.

NON PRIORITARIO«Gabigol non è un acquisto imprescindibile né per l’Inter né per la Juventus, intanto perché è un giocatore giovane e verrebbe in Italia per un percorso di formazione. Se non si facesse in tempo a tesserare il giocatore per il 31 agosto non ci sarebbero problemi a tesserarlo a gennaio, però bisognerebbe dover ragionare altri quattro mesi e ci sarebbe il rischio di un inserimento di un’altra squadra. Praticamente è tutto in mano al giocatore».

SCELTA DEFINITA«Mauro Icardi? Qui la situazione è un po’ più complessa, le fonti di disturbo sono molte. Rispetto a ieri non è cambiato di fatto nulla, l’offerta del Napoli che a voce arriverebbe fino a sessanta milioni più due di bonus non è stata presentata ufficialmente all’Inter. Questo non significa che non vale nulla, il pressing del Napoli c’è e viene fatto attraverso gli intermediari e Wanda Nara, gli incontri ci sono stati e l’Inter ha risposto no alla seconda offerta del Napoli, quella arrivata scritta in sede da quarantotto milioni più due. Fino a che il Napoli non ha la ragionevole certezza di dire che la trattativa è iniziata non fa l’offerta, perché pensa che l’Inter non l’accetterebbe mai. In tutto questo si inserisce la necessità di Wanda Nara di andare a parlare con l’Inter per il rinnovo di contratto, per quanto riguarda l’entourage del giocatore un conto è andare a discuterlo a mercato aperto con l’offerta di un altra squadra e uno a mercato chiuso con meno forza. Non è sempre così, ognuno sceglie la propria strategia e questa sembra quella che ha scelto Icardi».

CONTROMOSSA«L’Inter ha fatto trapelare che dovesse andar male la trattativa per Gabigol ci sarebbe Lorenzo Insigne come possibile obiettivo. Ancora contatti non ce ne sono stati, però sembra più un’azione di disturbo. Visto che c’è anche il problema del rinnovo di contratto di Insigne c’è questo elemento di disturbo che spesso si utilizza nel calciomercato, anche questo fa parte della strategia. Erick Thohir ha parlato di un paio di acquisti: uno sarà un centrocampista, o Luiz Gustavo su cui c’è anche la Juve o João Mário per il quale l’Inter sta continuando a insistere. Nonostante ci sia una differenza di prezzo fra le due operazioni in questo momento nella corsa al centrocampista è in vantaggio João Mário, anche per una necessità tecnica, magari Frank de Boer si confronterà direttamente con gli uomini mercato dell’Inter».

Facebooktwittergoogle_plusmail