Mancini sfoglia la margherita: Kolarov in pole sulla sinistra

Articolo di
22 giugno 2015, 12:51
Kolarov

Aleksandar Kolarov è il nome di Roberto Mancini per la corsia di sinistra: fra i vari Zukanovic e Filipe Luis, o Montoya sul versante destro, quello dell’ex Lazio e già allenato ai tempi del City è senza dubbio il nome preferito del tecnico di Jesi. In ascesa le quotazioni del clivense mentre vi sono perplessità circa il brasiliano ex Atletico Madrid. 

UN TERZINO IN SERBO PER MANCINI – Kolarov, nonostante la concorrenza di Clichy, è stato un grande protagonista nelle ultime stagioni del City, numeri alla mano: nell’ultimo anno 30 presenze con 2 gol, nella precedente addirittura 44 con ben 4 reti. Dopo 5 stagioni a Manchester il serbo gradirebbe un ritorno in Italia, soprattutto se alla corte di Mancini. Il costo del cartellino non supererebbe i 5-7 milioni di euro, mentre sull’ingaggio bisognerà lavorare magari proponendo un contratto piuttosto lungo, visti i 4 milioni netti percepiti al City. Terzino di esperienza, capace in fase offensiva e sui calci piazzati grazie al suo temibile sinistro ma al tempo stesso garantisce sicurezza in difesa, grazie ad un ottimo fisico e a quella prima esperienza italiana a Roma che di certo lo avrà aiutato nel corso della carriera. Al momento sono in ribasso le quotazioni di Zukanovic, il lungo tira e molla avrebbe stancato la società nerazzurra, per un giocatore stimato all’Inter anche per la capacità di ricoprire il ruolo sia di terzino che di centrale, oltre ad un costo dell’operazione piuttosto basso. Perplessità invece su Filipe Luis: ha giocato appena 26 partite l’anno scorso, di cui 15 in Premier e sarebbe l’arrivo paradossalmente più caro. Sulla destra si lavora sotto traccia per Montoya, ma solo se parte Nagatomo.