L’Inter vuole blindare Icardi, da febbraio si tratta – CdS

Articolo di
20 gennaio 2018, 09:51
Mauro Icardi Inter-Fiorentina

Il “Corriere dello Sport” riporta che l’Inter a febbraio ha intenzione di intavolare con Mauro Icardi un discorso per il rinnovo dell’attuale contratto. Obiettivo togliere o aumentare la clausola rescissoria.

ICARDI NON SI TOCCA – Mauro non si tocca. L’Inter non prende nemmeno in considerazione di perdere il suo capitano. E farà di tutto per blindarlo. Come? Con un nuovo contratto, che andrà a sostituire quello firmato nel settembre 2016, con scadenza 2021. Già, perché dentro le pagine di quel documento c’è l’unico spiraglio che potrebbe consentire a Icardi di lasciare l’Inter indipendentemente dalla volontà del club. A luglio, infatti, per la precisione dal 1° al 15, si aprirà una finestra che permetterebbe al bomber di Rosario di trasferirsi in un nuovo club estero, dietro al pagamento della clausola da 110 milioni di euro. Il Real Madrid, che sembra sul punto di una rivoluzione estiva, è pronto a colpire.

TRATTATIVA OSTICA – Una volta concluso il mercato invernale, è molto probabile che comincino i primi approcci con Wanda, moglie e manager di Maurito. La sensazione è che la discussione non sarà semplice. Se, nell’estate 2016, era proprio l’entourage dell’attaccante a spingere, anzi a pretendere, in base ad antiche promesse, un rinnovo, con conseguente aumento di stipendio, ora sono proprio loro a non aver fretta. Significa che gli argomenti nerazzurri dovranno essere molto convincenti. Attualmente, Icardi porta a casa quasi 5 milioni di euro a stagione. Significa che l’adeguamento dovrà essere corposo, alzando i suoi emolumenti ad almeno 7,5 milioni, vale a dire quanto percepiscono Higuain e Dybala. A quel punto sarà possibile discutere della clausola: rimuoverla del tutto o, magari, raddoppiarla?

OBIETTIVO CHAMPIONS – Icardi tiene moltissimo a portare l’Inter in Champions, e sta lottando per riuscirci in questa stagione. Qualora l’obiettivo dovesse essere mancato un’altra volta, allora i ragionamenti potrebbero cambiare, Già perché pur essendo un bomber straordinario, ormai vicino al suo primo Mondiale con l’Argentina, la Champions, Icardi non l’ha ancora assaggiata. A 25 anni compiuti, magari con l’occasione di giocarla già sul tavolo, chi potrebbe escludere tentennamenti? Meglio allora cautelarsi il prima possibile.






ALTRE NOTIZIE