L’Inter pensa al ritorno di un giovane in difesa

Articolo di
7 giugno 2015, 15:57
Bianchetti

Strano il destino di Matteo Bianchetti, ex Primavera dell’Inter appena convocato dal Ct Di Biagio per gli Europei Under 21. Considerato una colonna della nazionale giovanile, in cui indossa la fascia di capitano, non è ancora riuscito a trovare un club che puntasse su di lui, permettendogli di sbocciare, a eccezione dello Spezia negli ultimi mesi.

VARI PRESTITI – Il difensore, classe 1993, ha una storia di prestiti alle spalle che risale fino ai tempi delle giovanili. L’Inter infatti nel 2010 lo prestò alla Primavera del Varese, per poi riportarlo a casa l’anno dopo. Con i nerazzurri vinse il trofeo Next Generation Series sotto la guida di Andrea Stramaccioni, mettendo in luce doti da difensore moderno, capace di marcare e di far ripartire l’azione. Il club interista decise di prestarlo al Verona, a cui cedette in seguito la metà in comproprietà, ma nei gialloblù non è mai riuscito a esprimersi al meglio, tanto da essere mandato prima all’Empoli  e infine allo Spezia, durante il mercato invernale di quest’anno.

RITORNO A CASA – Secondo alcune indiscrezioni, l’Inter, su richiesta di Roberto Mancini, avrebbe deciso di riportarlo a casa. Il tecnico jesino, che ha sempre amato lavorare con i giovani, vorrebbe infatti testarlo durante il ritiro di Brunico per valutare la possibilità di inserirlo nella rosa della prossima stagione. I nerazzurri, alla ricerca di rinforzi per il reparto arretrato, ma costretti a confrontarsi con i vincoli del Fair Play Finanziario, potrebbero così scoprire di avere già a disposizione un elemento adatto alla squadra, a costo zero.

 

Facebooktwittergoogle_plusmail