La storia di Abdennour, l’uomo che ha fermato Tevez

Articolo di
7 giugno 2015, 19:23
Abdennour

Dopo il no del Bayern per Benatia, l’Inter non perde tempo e si butta su Abdennour del Monaco. La conferma arriva da Gianlucadimarzio.com, che sottolinea le qualità che il giocatore ha lasciato intravedere ai quarti di Champions contro La Juventus.

INIZIO DIFFICILE – «Difficile per l’Inter arrivare a Benatia dopo il no secco del Bayern. Alternativa? Pronta: si tratta di Aymen Abdennour, classe ’89 difensore del Monaco. Un giocatore nato e cresciuto in Tunisia, dove il calcio è lontano anni luce da quello europeo. Altra mentalità, altre abitudini, concorrenza e qualità maggiore in Europa. Tant’è, Abdennour subisce il salto. Dalla Tunisia alla Germania per giocare con il Werder Brema, infatti, ma giocare è una parola grossa. Scende in campo solo sei volte prima di tornare in patria».

GLI INFORTUNI – «Occasione persa? Sogno infranto? Forse per molti sarebbe stato così, non per lui però. Si rimbocca le maniche pronto a ripartire per un nuovo viaggio europeo. Con il Tolosa prima, con il Monaco poi, Abdennour conquista la Francia. Difficile spostare quei 188 centimetri dal centro della difesa. Ci riescono solo gli infortuni: un anno fa alla schiena e in questa stagione al tallone d’Achille».

OSSO DURO – «Presente (eccome) nella doppia sfida dei quarti di Champions contro la Juventus. Un gol (su rigore, per giunta) subito in due partite. Vita dura per Tevez e compagni che di fronte al muro francese non sono riusciti a mostrare tutte le qualità. Qualità che ha tirato fuori in Francia. Giocatore che (per ora) ha vinto trofei solo in patria. Con la sua squadra del cuore, quella più titolata in Tunisia: l’Etoile de Sahel. Ormai solo vecchi ricordi per Abdennour, che ora ha voglia di vincere anche in Europa. Magari in Italia, con la maglia dell’Inter. Chissà…»