La Fiorentina ci prova: l’Inter adesso si trova al bivio

Articolo di
1 agosto 2015, 19:24
andreolli d’ambrosio

L’ordine è arrivato dall’alto: “Prima si vende, poi si compra”. Le offerte, invece, arrivano dal “basso”: l’Inter deve sfoltire, ma deve farlo bene. Nelle ultime ore la Fiorentina si è interessata a due esuberi nerazzurri, così all’Inter si rivive un remake dell’Amleto: cedere o non cedere? Vediamo perché

LA FIORENTINA CHIAMA L’INTER – Nella lista dei convocati di Roberto Mancini per l’amichevole di domani contro il Galatasaray, tra gli altri, non figurano in due: Marco Andreolli e Danilo D’Ambrosio. Il primo è sul mercato da tempo per volontà propria, visto che chiede di giocare e non di continuare a fare panchina all’ombra della Madonnina, invece Mancini lo avrebbe tenuto volentieri e la società anche, pur di liberarsi del “costoso” Nemanja Vidic. Nel frattempo, Andreolli ha rifiutato la Sampdoria e aspetta offerte interessanti sia dall’estero sia dall’Italia, dove ad affacciarsi è stata la Fiorentina. Discorso analogo per D’Ambrosio, su cui ci sono molti rumors sia all’estero (Inghilterra e Germania) sia in Italia (Napoli in primis): il terzino campano lascerebbe l’Inter se arrivasse un’offerta congrua e un posto da titolare assicurato, consentendo a Davide Santon di rimanere in quella che sente come casa sua. La Fiorentina, come riportato in giornata, ha messo gli occhi anche su di lui. Dopo i tanti, troppi no ricevuti, la società toscana sembra aver individuato nei due difensori nerazzurri gli uomini ideali per ripartire in difesa, sia in mezzo sia sulle fasce.

L’INTER RISPONDE O NON RISPONDE? – Ora la palla passa all’Inter, che i prezzi comunque li ha già fatti “al pubblico”. Ma per la Fiorentina, probabilmente, qualcosa cambierà. O forse no. Il bivio è presto raggiunto: cedere o non cedere alle proposte della famiglia Della Valle? Dopo il caso montato su per il trasferimento di Mohamed Salah, la decisione penderebbe per il no. Dall’altra parte, però, l’Inter necessita di cedere i due difensori e, se arrivasse davvero un’offerta ufficiale da Firenze (necessari almeno 10 milioni per entrambi), dovrebbe prenderla in considerazione. Si potrebbe tirare un po’ sul prezzo, arrivando intorno ai 12 milioni, ma alla fine si cederebbe al si. Fortunatamente, però, sui due giocatori ci sono anche altri club e la speranza nerazzurra è quella di riuscire a cedere entrambi a buon prezzo, evitando di negoziare con la Fiorentina. Anzi, con quella Fiorentina che, dopo il trattamento riservato alla società nerazzurra, non meriterebbe neanche l’ultimo degli scarti pagato a peso d’oro, figuriamoci due buonissimi giocatori che farebbero fare addirittura il salto di qualità a una rosa che, dopo l’addio di Vincenzo Montella e dello stesso Salah, è finita in preda al caos più totale. La prossima settimana dovrebbero sbloccarsi le due trattative: c’è curiosità per vedere in che direzione.