Jovetic o Cuadrado: quale priorità per Mancini

Articolo di
3 giugno 2015, 11:49

Il calciomercato è ormai entrato nel vivo, siamo solo ad inizio giugno e come sempre gli affari migliori rischiano di materializzarsi non prima dell’ultima settimana di agosto: ma per un’Inter che vuole da subito rifondarsi, può essere importante arrivare in ritiro col maggior numero possibile di volti nuovi. Uno di questi potrebbe essere un gioiello della Premier.

JOJO O CUADRADO, UN CAMPIONE VERO PER INIZIARE – In Italia hanno fatto sfraceli, entrambi alla Fiorentina: anni importanti, dove sono esplosi a tal punto da meritarsi la chiamata ultra-milionaria di club quali Chelsea e City. Cuadrado e Jovetic hanno però deluso in Inghilterra, il montenegrino ha avuto a disposizione ben 2 anni, con 44 presenze ed appena 11 reti, seppur con una concorrenza offensiva che vede nell’elenco Aguero, Dzeko, Negredo prima e Bony poi. Cuadrado è stato, se possibile, ancor più un flop: 14 presenze e zero reti, con Mourinho che pare già aver capito di non poter pretendere dal colombiano quanto desidera da un esterno offensivo. Ecco perchè entrambi possono essere un’occasione eccezionale per l‘Inter, ma qual è la priorità? ovviamente uno implica un modulo diverso dall’altro: ecco perchè l’arrivo del colombiano vorrebbe dire il passaggio definitivo al 4-3-3 o 4-2-3-1, con Jovetic si avrebbe invece la conferma delle due punte con rombo e la possibilità di integrarsi perfettamente con Icardi. Il montenegrino potrebbe però anche essere impiegato come prima punta, all’occorrenza, o subito alle spalle di Icardi nel modulo con gli esterni. Ecco perchè Jojo potrebbe essere l’acquisto ideale di Mancini, più duttile tatticamente e probabilmente anche più concreto. Entrambi costano, molto: per Cuadrado difficilissimo andare oltre il prestito, col City si tratta dai 20 milioni in su, se va bene. la palla ora passa ad Ausilio e alla richiesta primaria di Mancini. Quale sarà?