Italia-Croazia, per Ausilio serata di lavoro: da Vida a Perisic

Articolo di
12 giugno 2015, 12:06
Perisic

Giornata importante per l’Italia, in chiave primo posto nel girone di qualificazione ad Euro 2016, a anche serata di lavoro impegnativa per il ds Ausilio e gli osservatori nerazzurri: tra le fila dei bianco-rossi a scacchi vi sono infatti diversi nomi in ballo nel mercato nerazzurro. Scopriamo quali. 

POKER DI CROATI IN LISTA, PIU’ DUE – Sono ben quattro i giocatori in orbita nerazzurra, tra le fila del Ct Kovac, più i due che già vestono la maglia dell’Inter e che, salvo ribaltoni, lo faranno anche nella prossima stagione. Il primo nome è quello di Vida, terzino destro della Dinamo Kiev, semifinalista in Europa League, classe ’98 e capace di ricoprire all’occorrenza anche l’altro versante o fungere da difensore centrale. Contratto in scadenza nel 2018, valutazione fra i 5 ed i 7 milioni. Stesso ruolo Vrsaljko, classe ’92 e conoscenza della Serie A dopo l’esperienza al Genoa e Sassuolo. terzino destro da tempo sul taccuino di Ausilio, potrebbe essere l’anno giusto per arrivare alla Pinetina ma vi è grande concorrenza anche di top club italiani. Pasalic, il più giovane e classe ’95, di proprietà del Chelsea: l’ultima stagione positiva all’Elche nella Liga con 31 partite e 3 reti. Infine Perisic, il più noto ma anche costoso: sembrerebbe vicino l’accordo con il Wolfsburg per circa 15 milioni di euro, ma i Lupi non vogliono mollare il giocatore così facilmente. In campo ci saranno anche Brozovic e Kovacic, grazie al forfait di Modric: ogni occasione è buona per valutare due giocatori dal potenziale sicuro, ma dal rendimento ancora troppo altalenante.