Inter-Milan, sgarbo Mirabelli: derby di mercato per Lindelof – TS

Articolo di
10 ottobre 2016, 12:27
Lindelof

L’ex capo degli osservatori dell’Inter potrebbe avere un obiettivo in comune con i nerazzurri non appena diventerà direttore sportivo del Milan. Stiamo parlando di Victor Lindelof, centrale difensivo del Benfica. Ecco quanto riportato da “Tuttosport”.

DERBY DI MERCATO«La scelta della futura proprietà del Milan e di Marco Fassone di optare per l’ex capo degli osservatori dell’Inter come direttore sportivo della società che verrà, porterà inevitabilmente il club rossonero a incrociare le proprie strade sul mercato con quelle nerazzurre. Massimiliano Mirabelli, infatti, ha coordinato gli scout dell’Inter nelle ultime stagioni, conosce bene alcuni obiettivi e altri ne ha indicati lui stesso. C’è un giocatore che nelle ultime settimane è stacco accostato all’Inter e che dopo il closing che consegnerà il Milan alla cordata riunita nel fondo Sino-Europe finirà nel mirino rossonero: il difensore svedese Victor Lindelof.

IN BALLO LINDELOF – Il centrale, classe ‘94, gioca nel Benfica e l’Inter lo ha monitorato con attenzione durante l’ultima annata. Ad agosto la società nerazzurra ci ha fatto anche un pensierino, ma il club portoghese si è trincerato dietro la valutazione della clausola rescissoria (30 milioni), respingendo qualsiasi altra offerta. A quel punto l’Inter, che aveva deciso di investire pesantemente su altri obiettivi – Joao Mario e Gabigol – ha deciso di rinviare l’assalto. Lindelof è un giocatore che Mirabelli ha seguito e stima ed è probabile che il futuro ds rossonero a gennaio faccia un tentativo, visto che la rosa di Montella andrà puntellata in tutti i reparti. 

INTER IN VANTAGGIOArrivare a Lindelof, però, non sarà facile. Anzi, l’unica strada che potrebbe avere il Milan è quella dei soldi che garantiranno i nuovi proprietari, visto che l’Inter – che ci pensa più per giugno che per gennaio – può puntare sull’asse Kia Joorabchian- Suning. Il difensore svedese, infatti, è seguito dal procuratore Ramadani (lo stesso di Jovetic, in buoni rapporti con Ausilio), ma nelle ultime settimane anche Kia si è avvicinato al giocatore e ricordiamo come l’agente iraniano, oltre a ricoprire un ruolo importante di consigliere per Suning, sia stato determinante per l’arrivo in nerazzurro di Joao Mario. Insomma, se Mirabelli e Fassone vorranno soffiare Lindelof all’Inter, dovranno muoversi alla svelta e con un assegno pesante da presente al Benfica».

Facebooktwittergoogle_plusmail