Inter-Joao Mario: i problemi che stanno frenando l’affare

Articolo di
19 agosto 2016, 11:30
Joao Mario

Quella tra Joao Mario e l’Inter è ormai diventata una vera e propria telenovela di calciomercato, molto simile a quella che l’anno scorso ha portato Ivan Perisic in nerazzurro. Andiamo a scoprire quali sono gli aspetti che stanno ritardando l’affare; ecco cosa evidenzia Fabrizio Romano su “Goal.com”.

FORMULA SUL PAGAMENTO – «Quali sono gli ostacoli di questo affare? Di sicuro, l’unica certezza è che Joao Mario ha detto sì da tempo: contratto pronto e accordo fatto a più di 3 milioni all’anno con bonus. Ma adesso gli step da superare sono diversi. Il primo riguarda le modalità di pagamento: lo Sporting accetta il prestito con obbligo di riscatto, ma vuole entro il 2017 una prima rata di pagamento sostanziosa, quasi fino al 50% totale dell’operazione senza dilazionare troppo. L’Inter non vede di buon occhio questo passaggio. In più, la cifra totale dell’affare è un altro problema: lo Sporting vuole che si arrivi a quasi 50 milioni bonus compresi, l’Inter è ferma invece a 40 milioni più bonus vari.

DIVERSE IDEE – A proposito di bonus, altro discorso tutto da completare. Perché lo Sporting li vuole facilmente raggiungibili dunque legati alle presenze di Joao Mario in nerazzurro; Ausilio e Kia invece spingono sulla soluzione legata alle vittorie di squadra, dunque bonus più complessi. Ci sono poi le commissioni di questo affare e le percentuali di solidarietà da versare fino al 5% per Joao Mario e il suo passato in carriera, le paga l’Inter o ci pensa lo Sporting? Altra problematica da superare.

PALETTI RIGIDITutti discorsi imbastiti su cui l’Inter è ferrea, perché non vuole esagerare sulla spesa visto l’occhio di riguardo dell’Uefa per il Fair Play Finanziario; ma lo Sporting da parte sua non vuole fare regali. Il muro contro muro sta bloccando tutto. Joao Mario si è complicata, come operazione: riusciranno Inter e Sporting a sbloccarla? Il giocatore aspetta e spera…».

Facebooktwittergoogle_plusmail