Inter forte su Verdi, due jolly nell’operazione – CdS

Articolo di
13 aprile 2018, 10:55
Simone Verdi Bologna

Il “Corriere dello Sport” scrive che l’Inter per l’attacco del prossimo anno punta forte su Simone Verdi. Col Bologna si pensa di inserire un paio di contropartite.

INTERESSE CONTINUO – Con o senza la qualificazione alla prossima Champions, l’Inter è tornata a lavorare su Simone Verdi, l’esterno del Bologna che a gennaio ha detto no al trasferimento al Napoli, ma che anche adesso rimane nel mirino degli azzurri e della Roma. I contatti tra i dirigenti nerazzurri e l’entourage del giocatore non sono mai cessati anche perché il ragazzo nato in provincia di Pavia al club di corso Vittorio Emanuele ha detto chiaramente di essere favorevole a un trasferimento a Milano.

CONTROPARTITE – A gennaio l’Inter non aveva le possibilità economiche per comprarlo, ma tra un paio di mesi le carte in tavola cambieranno anche perché nel discorso potrebbero rientrare altri giocatori, su tutti l’attaccante Pinamonti e soprattutto il portiere ucraino Lunin che l’Inter ha in pugno ma deve far acquistare da una società “amica” per non occupare un posto da extracomunitario. Visto il probabile addio di Mirante, l’estremo difensore che Shevchenko ha promosso titolare in nazionale potrebbe essere il nuovo titolare della porta rossoblù per 1-2 anni prima di tornare a Milano, ma a lui è interessata pure la Sampdoria. Da non scartare neppure il Genoa, chiamato a sostituire il partente Perin.

VALUTAZIONE ALTA – Adesso c’è da superare la concorrenza della Roma, valutare se il Napoli cercherà di nuovo di strappare il sì del ragazzo e capire quanto concrete sono le piste estere. Nelle scorse settimane a Simone si sono interessati il Siviglia e il Leicester e il diretto interessato, dopo un’esperienza positiva nella Liga, all’Eibar, non scarta affatto la possibilità di andare lontano dall’Italia. L’Inter, soprattutto in caso di qualificazione alla Champions, però lo attira parecchio e siccome raggiungere un accordo per il suo contratto non è considerato un problema (anzi…), la difficoltà maggiore è legata alla valutazione del Bologna. Con il Napoli a gennaio era stato raggiunto un accordo a 22 milioni più bonus e quella è la base dalla quale il club rossoblù vuole ripartire. Troppi soldi per l’Inter che conta di abbassare la parte cash con una contropartita tecnica (Pinamonti) e un’operazione in sinergia (Lunin).

Leggi anche:

L’Inter rinuncia a Bernard per puntare Verdi – CdS