Inter, 4 nomi per la difesa! O un piano B da non sottovalutare

Articolo di
28 agosto 2016, 22:55
Zhang Ausilio

L’ultimo colpo dell’Inter, ammesso che ci sarà, potrebbe essere in difesa, dove si continuano a tenere in caldo quattro nomi su tutti. Anche Alfredo Pedullà – giornalista ed esperto di mercato – conferma la disanima di mercato già fatta nelle ultime ore e sottolinea la credibilità del piano alternativo dell’Inter

I QUATTRO NOMI – L’Inter cerca un difensore centrale, ma non è così scontato il suo arrivo: piace molto Victor Lindelof, che ha una clausola rescissoria da 30 milioni e il Benfica ora non lo cede, chissà a gennaio. Ezequiel Garay ha aspettato l’Inter per mesi, ma adesso il Valencia è pronto a chiudere l’operazione con lo Zenit San Pietroburgo, che intanto per Domenico Criscito chiede 10 milioni. Il quarto e ultimo nome è quello dello svincolato Martin Caceres, che si è proposto a più riprese ed è tesserabile anche a mercato chiuso.

IL PIANO B – Nelle ultime ore di mercato potrebbero spuntare nomi a sorpresa, ma l’Inter non può escludere il piano alternativo: confermare Marcelo Brozovic – per il quale al momento non sono arrivate offerte irrinunciabili dalla Premier League, anzi – a centrocampo e “retrocedere” all’occorrenza in difesa il jolly Gary Medel, che ha già dato la propria disponibilità a Frank de Boer per giocare anche sulla linea difensiva. Un piano B di tutto rispetto per l’Inter, che senza sborsare ulteriori milioni potrebbe rinforzare i due reparti con una “mossa interna”. A Piero Ausilio e soprattutto al gruppo Suning l’ultima parola.