Imbula un lusso, Melo o Motta low cost: ma Benassi no?

Articolo di
22 giugno 2015, 14:18
benassi

Dopo l’esosa spesa per Kondogbia, sembra essere diventato di troppo Imbula, decisamente un lusso del quale al momento si può fare a meno per investire le risorse rimanenti su altri reparti che necessitano di rinforzi. Ecco perché per completare la zona mediana si cercano affari a costo inferiore, come gli eterni Melo e Motta. Ma puntare su Benassi, no?

GIOVANE, COMPLETO, ECONOMICO – In questi giorni, durante l’Europeo con l’Under 21, sta confermando l’ottima stagione vissuta a Torino fra Europa League e Serie A, realizzando anche un buon bottino di reti. Classe ’94, Benassi è a metà con i granata ed una comproprietà da risolvere entro il 25 giugno, ma il rischio buste è elevato. L’Inter non sembra mai aver avuto intenzione di riscattarlo, ma visto l’acquisto di Kondogbia ed i nomi di Felipe Melo e Thiago Motta che non convincono la piazza ed hanno un età ed ingaggio maggiore, perché non puntare su un giovane cresciuto nel vivaio che bene ha già fatto in Italia e dalle prospettive interessanti? Avrebbe anche modo di crescere con un allenatore che bene sa lavorare coi giovani, che accetterebbe senza problemi la panchina, garantendo un buon rendimento se chiamato in causa. Sarebbe di certo ben accolto dal pubblico, sempre attento ai giovani cresciuti nel vivaio, dettaglio non trascurabile anche in futuro, nella compilazione delle liste europee.