Iago e Perotti, il Genoa sabato sera: indovina chi prendo a cena

Articolo di
19 maggio 2015, 12:42
iago falque

Sabato sera sarà la sfida decisiva per l’Inter, che potrà sapere alle 22.45 se ancora vi saranno speranze di qualificazione alla prossima Europa League o meno. Rossoblù tagliati fuori dalla licenza Uefa, restano quindi solo 2 i punti di distanza dal sesto ed ultimo posto utile occupato dalla Samp: ma oltre i tre punti, in palio, vi sono anche due grandi giocatori. 

IAGO O PEROTTI, MANCINI SCEGLIE IL PRIMO – Il primo 25 anni, alla prima stagione da protagonista dopo innumerevoli prestiti andati a male: l’altro si è rilanciato a 27, dopo gli ultimi 3 anni difficili anche per vari infortuni, ma stagioni in passato al Siviglia che gli erano valse le attenzioni di Real Madrid e Juventus. Ruoli identici,e sterni offensivi, ma con caratteristiche diverse: Iago è il classico attaccante di fascia abile in velocità, mancino e con un tiro letale, chiedere all’Atalanta per chiarimenti. 13 gol stagionali, per un ragazzo che sembrava perso: cresciuto e scaricato dal Barça, preso a zero dalla Juve che lo gira prima al Bari poi al Villareal B, senza alcun risultato. Lo prende il Tottenahm, a dimostrazione del riconosciuto talento del ragazzo, ma anche qui i prestiti vanno male fra Southampton ed Almeria, dove però lascia intravedere qualcosa nelle 20 presenze, con 2 gol. La grande chance arriva al Rayo Vallecano, 31 aprtite e 3 reti che gli valgono la chiamata del Genoa: una stagione straordinaria, tanto che Mancini ha scelto lui per cambiare modulo ed intraprendere una strada diversa dal punto di vista tattico. Resta defilato Perotti, abilissimo anche come trequartista grazie ad una tecnica ed intelligenza tattica formidabile, più n.10 e meno ala: la quotazione di entrambi si aggira fra i 10 ed i 15 milioni, la sensazione è che sabato sera qualche base si possa gettare, in vista dell’anticipo serale Genoa-Inter. 

Facebooktwittergoogle_plusmail