GdS: “Le tre ragioni per cui Santon resterà all’Inter”

Articolo di
31 luglio 2015, 15:51
Santon

Sebbene varie indiscrezioni di mercato lo indicassero come sicuro partente, sembra che Davide Santon sia destinato a rimanere all’Inter. “La Gazzetta dello Sport” oggi rivela che l’ex Primavera nerazzurro rimarrà a Milano, elencando le ragioni che avrebbero convinto i vertici del club a confermarlo

ALTRE CESSIONI – Nell’ultimo mese il laterale interista è stato accostato agli inglesi del Watford e alla Roma, senza che nessuna trattativa si concretizzasse. Ora l’Inter, con le probabili partenze di Yuto Nagatomo e Danilo D’Ambrosio, pare essersi decisa a toglierlo dal mercato. Secondo “La Gazzetta dello Sport” tre sono i motivi per cui Davide Santon non lascerà i nerazzurri.

JOLLY DI FASCIA – L’ex Primavera, classe 1991, pur avendo esordito come terzino sinistro, può giostrare senza problemi su entrambe le fasce, essendo un destro naturale. Una caratteristica che che potrebbe renderlo un “Jolly” in grado di sostituire entrambi i laterali e che, per Roberto Mancini, potrebbe rappresentare un fattore sorpresa da sfruttare durante la partita.

PRODOTTO DELLE GIOVANILI – Il secondo punto su cui stanno riflettendo i vertici interisti è rappresentato dalle liste, sia in ottica italiana sia, in futuro, per la UEFA. Santon è infatti un prodotto del settore giovanile e può quindi essere ascritto all’opzione vivaio. Si tratta di un elemento che rischia di rappresentare un fattore di rischio per molte squadre e sarebbe paradossale per l’Inter, famosa per l’ottimo livello delle sue giovanili, ritrovarsi con il problema di non avere giocatori del vivaio in lista.

MERCATO DI GENNAIO – Vi è infine una ragione unicamente di immagine. Dopo il mancato riscatto di Lukas Podolski all’Arsenal e la probabile vendita di Xherdan Shaqiri, un’eventuale cessione di Davide Santon incarnerebbe il fallimento di questo mercato invernale. Per questa ragione il tecnico Mancini sembrerebbe intenzionato a dare un’altra possibilità al giovane terzino, valutandolo nella prossima stagione.