Gabigol: Inter in pole, ma occhio alle sorprese – TS

Articolo di
6 agosto 2016, 11:29
Gabigol Gabriel Barbosa

Continua ad esserci un derby d’Italia su Gabigol. Al momento infatti sull’attaccante del Santos sono rimaste solo l’Inter e la Juventus. Ecco un resoconto della situazione secondo quanto riportato da “Tuttosport”

DERBY D’ITALIA – “Viene da pensare che il club nerazzurro sia passato davanti alla concorrenza bianconera, anche se ancora non vanno eliminate possibili concorrenti come il Real Madrid. In fondo basta vedere cosa è accaduto con Gabriel Jesus, l’altro baby fenomeno brasiliano conteso per settimane da Inter, Juve, Real e Barcellona e poi finito nel giro di pochi giorni al Manchester City. Dunque le due squadre italiane devono rimanere all’erta, ma è evidente che l’Inter sia ora passata in pole position rispetto alla Juventus che – va sottolineato – non ha intenzione di mettersi a fare un’asta su un giocatore che considera di talento e di grande prospettiva, ma non necessariamente fondamentale per le sorti immediate della squadra di Allegri. Inter, dicevamo, dunque avanti. Lo dicono i numeri: la Juve – che per accogliere Gabigol dovrebbe comunque aspettare una cessione eccellente in attacco come quella di Zaza – la settimana scorsa ha messo sul piatto 20 milioni, 18 da destinare al Santos, 2 al famiglia del giocatore”.

DIVISIONE DEL CARTELLINO – “Il ds nerazzurro Ausilio, tornato giovedì a Milano dopo essere stato sette giorni in Brasile a trattare con intermediari ed entourage di Gabigol, ha invece offerto 25 milioni più quelli necessari per le commissioni. Non è ancora chiaro come siano suddivisi questi soldi, c’è chi parla di 18 per il Santos (il valore della clausola di rescissione) e 7 per la famiglia, ma c’è un’ipotesi diversa, quella che rispecchia le percentuali di suddivisione del cartellino. Con un’offerta superiore ai 20 milioni, infatti, decadrebbe la clausola da 18 del Santos e bisognerebbe spartire i soldi secondo le quote di possesso di Gabigol, dunque il 40% al Santos (10 milioni), un altro 40% alla famiglia (10) e il restante 20% al fondo Doyen (5). Questi ultimi, però, sono in causa con il Santos e dunque bisognerebbe capire a chi andrebbero gli ultimi 5 milioni. Più semplice la prima ipotesi. Il Santos, come dichiarato dal suo presidente, non ha però fretta di decidere. Aspetta un rilancio della Juventus e l’inserimento di altri club, magari sfruttando il treno delle Olimpiadi. Gabigol all’esordio contro il Sudafrica non ha segnato, ma c’è tempo”.