Dopo Handanovic: Viviano e Romero si liberano dalla Samp

Articolo di
5 maggio 2015, 14:38
Viviano

Al termine di questa stagione Samir Handanovic lascerà quasi certamente l’Inter, costringendo così il club nerazzurro a cercare un nuovo numero uno che possa prendere il posto dello sloveno tra i pali. Tra i vari nomi saltati fuori nelle ultime settimane ci sono anche quelli di Emiliano Viviano e Sergio Romero, destinati entrambi a dire addio alla Sampdoria.

VIVIANO – L’italiano, che ha già vestito la maglia dell’Inter nella prima parte della stagione 2011/12 senza però mai fare il suo debutto ufficiale (anche e sopratutto a causa di una grave infortunio al ginocchio subito nei primi giorni del ritiro pre-campionato), è attualmente in prestito dal Palermo ma, secondo quanto riporta “Calciomercato.com”, il presidente Zamparini vorrebbe fare il possibile per impedire ai blucerchiati di riscattarlo, non avendo gradito affatto l’accordo trovato dal suo collega Ferrero con Edgar Barreto che a fine stagione lascerà proprio i rosanero a parametro zero per approdare a Genova. Motivo per il quale un’ipotetica proposta da parte dei nerazzurri per il numero uno verrebbe presa assolutamente in considerazione, sopratutto considerando il possibile inserimento di Viviano nella mega operazione che potrebbe coinvolgere Dybala da una parte e i vari Bardi, Crisetig e Puscas dall’altra.

ROMERO – Per quanto riguarda Romero la situazione potrebbe essere anche più facile, considerando che l’argentino si libererà a parametro zero, ma in questo caso il problema principale riguarderebbe il contratto del giocatore che percepisce attualmente poco meno di 2 milioni di euro netti a stagione e vorrebbe addirittura un aumento facendo leva sul fatto che il suo prossimo club lo prenderà senza pagare il suo cartellino. L’Inter è molto interessata a lui ma solo come secondo portiere nel caso in cui decidessero di lasciar partire Carrizo, motivo per il quale l’affare non si potrà concludere a meno che il classe ’87 non abbassi le proprie pretese economiche.