Di Marzio: “Schick, non c’è accordo Sampdoria-Juventus”

Articolo di
25 agosto 2017, 23:11
Gianluca Di Marzio

La notizia di serata è ovviamente il ritorno della Juventus su Patrik Schick. Gianluca Di Marzio, che già due ore fa aveva annunciato il nuovo pressing dei bianconeri, ha spiegato come prima notizia di “Calciomercato – L’Originale” cosa sta succedendo in questi minuti. Ecco le sue parole da Sky Sport.

RIBALTONE IN CORSO«La Sampdoria e la Juventus non hanno raggiunto l’accordo, in questo momento non ci sono le basi per raggiungere un accordo perché la Juventus ha offerto la stessa cifra che aveva offerto un mese fa, trenta milioni e cinquecentomila euro. La Sampdoria si è alzata dal tavolo e ha detto che a queste cifre non lo da perché hanno due squadre, Inter e Roma, che sono arrivate a cifre più alte: trentasette e trentotto. Massimo Ferrero ha detto che non si vende alle cifre di prima, ma alle cifre di adesso. Poco fa uno degli agenti di Schick, Bruno Satin, che era a Parigi quindi attenzione al PSG che è sempre interessato, ha ricevuto una telefonata mentre stava parlando con me di Monchi, il DS della Roma. Evidentemente la Roma, dopo aver visto che l’incontro fra Sampdoria e Juventus è andato male, è tornata a richiamare Satin perché Patrik Schick non ha mai rifiutato né la Roma né l’Inter. Siccome ha questo fascino della Juventus che è la prima che l’ha cercato e ha Pavel Nedvěd ha detto di provare a trovare un accordo, secondo me è un po’ in confusione. Adesso vedremo se il giocatore dirà veramente sì alla Roma, a quel punto Roma e Sampdoria hanno l’accordo quindi se dice sì credo si potrà chiudere. La Sampdoria pensa in questi secondi che in realtà la Juventus voglia fare azioni di disturbo, che non voglia far andare il giocatore ad altre squadre italiane, quindi la Sampdoria pensa che la Juventus alla fine veramente il giocatore non lo voglia quindi ora tratterà nuovamente con Inter, Roma e PSG. Quando la Juventus ha saputo che Lazio e Inter si sono sentite per Baldé Diao Keita ha richiamato per vedere, può ancora succedere di tutto».