De Grandis: “Mancini vuole giocattoli nuovi… come i bambini”

Articolo di
16 luglio 2015, 18:31
Shaqiri

Dagli studi di Sky Sport, Stefano De Grandis analizza la particolare situazione di Xherdan Shaqiri, in pratica rifiutato da Mancini (che però prima lo aveva voluto) ma senza la voglia di andarsene davvero. Analisi dura quella del giornalista

I BALOCCHI – Ecco le parole del giornalista: «Per Shaqiri siamo di fronte ad un caso di shopping compulsivo. Il bambino che vuole giocattoli nuovi e si è stufato di quelli vecchi. Non ha nessun senso vendere Shaqiri se vuoi giocare con le ali. Se l’anno scorso non avevi le ali e quest’anno le vuoi prova a tenerti Shaqiri che ha 23 anni. Anche perché più di 12/13 milioni con la sua cessione non li fai. Shaqiri tatticamente non è molto intelligente. L’anno scorso in campo andava un po’ dove gli pareva e non eccelle nei movimenti. Mancini invece nei movimenti eccelleva e quindi quando vede giocatori un po’ sprovveduti si spazientisce».

TROPPI CAMBI – «Podolski ci sta che poteva essere una scommessa sbagliata. Con Shaqiri invece diventa difficile bocciarlo dopo poche partite. Non è facile prendere tutti i giocatorei che ti piacione. Anche su Zukanovic Mancini non è rimasto soddisfatto, ma l’Inter è la squadra che ha fatto più di tutte un salto in avanti. Sarà il campo a confermarlo, ma è innegabile che si è migliorata molto. Anche se prendere tanti giocatori nuovi significa lavorare per amalgamarli. Personalmente, non sono d’accordo nel cambiare in maniera così netta»