Darder ammette: “Ho parlato con l’Inter, ma non voglio partire”

Articolo di
28 maggio 2015, 12:19
Darder

Si cercano diversi uomini a centrocampo, tutti più o meno con le medesime caratteristiche: gente di qualità ma che sappia abbinare al tempo stesso le due fasi. Darder è sicuramente uno dei profili più interessanti vista anche la giovane età: appena 21 anni e già due stagioni ad alto livello nella Liga, con il Malaga. Che non vorrebbe lasciare nonostante richieste importanti.

DAL MALAGA OCCHI SU DARDER, MA ANCHE CAMACHO – Non è solo Darder il profilo che a Mancini interessa, per quanto concerne il Malaga: occhi puntati anche su Camacho, giocatore più esperto e pronto per un salto importante, ma che in questo momento arriva dietro nelle gerarchie del club nerazzurro, attratto soprattutto dalla giovane età del primo. 180 cm, classe ’93, recupera palloni ma anche buon tiro e discreta tecnica: 65 presenze e 5 gol in due anni per lui, niente male per un poco più che 20enne. Sono solo 4 le presenze in Under 21, in un Paese che abbonda (per usare un eufemismo) di centrocampisti. L’interesse di grandi club c’è, Inter e Porto su tutti, ma lui pur non negando conferma la volontà di restare in Spagna, come confermato in un’intervista ad As: “Sì, è vero che ci sono stati colloqui e negoziazioni con l’Inter ma io sono rimasto al margine di tutto. Io vorrei rimanere al Malaga, poi se il club mi dirà una cosa e il mio agente un’altra, vedremo se sarà una cosa positiva per tutti“. Parole rare nel calcio di oggi, che evidenziano anche le qualità morali del giocatore, nonostante la giovane età: “Quando il mio agente mi diceva che c’erano alcuni club interessati a me, ne ricavavo un’adrenalina e una forza superiore per giocare. Non bisogna fare gli stupidi, essere accostati a grandi club fa solo piacere, è una bella cosa. Però il Malaga è tra i club migliori, per clima, pubblico, rosa, staff tecnico, non ha niente da invidiare a nessuno. Spero di essere qui quando ci sarà da iniziare la prestagione, anche se nel calcio non c’è niente di sicuro per nessuno. Ma io sono felice qui, questo club mi ha dato tutto, mi ha concesso di debuttare in Primera Division e io mai forzerò per andare via“.