Colasanto: “Kranevitter e Carrillo all’Inter? Meglio puntare su…”

Articolo di
17 giugno 2015, 16:29
kranevitter

Da sempre l’Argentina rappresenta un canale preferenziale per il mercato interista. Negli anni passati il gruppo argentino, capitanato da Javier Zanetti, ha rappresentato una solida base per le vittorie nerazzurre. Oggi sembra che i dirigenti stiano trattando gli emergenti Guido Carrillo e Matías Kranevitter: nomi poco noti ai tifosi, i quali si domandano se potranno essere i rinforzi adatti per l’Inter del futuro.

ATTACCANTE E CENTROCAMPISTA – Il Sussidiario.net, a questo proposito, ha intervistato in esclusiva l’Agente Fifa Filippo Colasanto, esperto di calcio argentino. Colasanto ha parlato dell’attaccante dell’Estudiantes e del centrocampista del River Plate, offrendo un interessante punto di vista sul possibile ambientamento in serie A di entrambi.

KRANEVITTER – “E’ un buon giocatore, quest’anno ha fatto ottime cose, ma non credo sia il profilo giusto per l’Inter in questo momento. L’Inter ha bisogno di ritornare ad alti livelli nel minor tempo possibile, per questo servirebbero altri profili di giocatori piuttosto di un giovane come Kranevitter.
Alla domanda se il profilo adatto potrebbe essere Kondogbia, l’agente ribatte:
Esattamente, Kranevitter oggi non è certo ai livelli di Kondogbia. E credo che l’Inter debba puntare su questi giocatori.

CARRILLO – Questo invece il suo parere riguardo a Guido Carrillo, trattato anche dal Porto:
E’ un giocatore interessante, ha iniziato a segnare, ma penso che debba finire il campionato prima di trasferirsi in Europa.
Secondo me non è ancora pronto, servirebbero un altro paio di mesi per pensare al suo sviluppo offensivo immediato. Però, attenzione al Porto che è sempre bravo a scommettere su questi giocatori.”