Cicchetti su Carrillo: “Veron lo spinge verso l’Inter”

Articolo di
4 giugno 2015, 20:33
Carrillo

L’agente Fifa Gianfranco Cicchetti ha fatto una sua breve relazione sulle caratteristiche di Guido Carrillo, giovane attaccante dell’Estudiantes nel mirino dei nerazzurri. Una carta a favore dell’Inter potrebbero essere i buoni rapporti tra Veron e Roberto Mancini.

L’Inter è sulle tracce di Guido Carrillo, giovane attaccante argentino dell’Estudiantes nel mirino di diversi club europei. I nerazzurri però sarebbero in vantaggio nella trattativa grazie ai buoni rapporti con la società argentina che è guidata da una vecchia conoscenza come Juan Sebastian Veron e a scommettere su questo è l’agente Fifa Gianfranco Cicchetti, il quale ha parlato di Carrillo in un’intervista concessa in esclusiva a ilsussidiario.net: “Il discorso è molto semplice: il presidente dell’Estudiantes è Veron, ex stella dell’Inter e amico di Mancini, ed è lui a spingere il ragazzo in nerazzurro”.

LE CARATTERISTICHE DI CARRILLO- Cicchetti è poi passato a illustrare brevemente le caratteristiche principali dell’attaccante argentino, descrivendolo come un attaccante molto forte fisicamente e abile nel gioco aereo: “Carillo è forte fisicamente, forse meno tecnico di Milito: a me ricorda il croato Mandzukic. E’ un attaccante abile nel gioco aereo a cui piace svariare su tutto il fronte offensivo, ha buoni fondamentali e si sacrifica molto per la squadra, esattamente come piace a Mancini”.

PRONTO PER LA SERIE A- La giovane età di Carrillo e il salto dall’Argentina alla Serie A non dovrebbero essere un problema, secondo Cicchetti il giocatore è pronto per fare il grande salto nel calcio europeo: “Lui è pronto per la Serie A, ha 24 anni e si è fatto le ossa in un campionato duro come quello argentino ed è uno che ha il gol del sangue. Vice Icardi? Esattamente, ma in determinate partite potrebbero giocare assieme visto che le caratteristiche sono simili, ma complementari da alcuni punti di vista”.

PREZZO NON ECCESSIVO- L’Estudiantes avrebbe rifiutato un’offerta di 8 milioni dall’Olympiacos, ma i suddetti buoni rapporti con Veron potrebbero portare a uno sconto per i nerazzurri. Secondo Cicchetti il giocatore potrebbe arrivare a Milano per 6 milioni di euro: “Il costo del cartellino è intorno ai sei milioni di euro, una cifra che l’Inter potrebbe spendere e che sarebbero a mio avviso soldi ben spesi. In prospettiva potrebbe valere molto di più″.