Chi è Semih Kaya, il centrale che piace tanto all’Inter

Articolo di
21 maggio 2015, 17:39
Semih Kaya

Alla ricerca di rinforzi per la difesa, messa spesso sotto accusa sia per lacune individuali che di tutto il reparto, l’Inter sembra intenzionata a ingaggiare Semih Kaya, ventiquattrenne centrale del Galatasaray e della nazionale turca. Sebbene il suo nome sia relativamente sconosciuto a molti tifosi, da anni viene indicato dagli addetti ai lavori come uno dei difensori più promettenti e affidabili.

PROMESSA GIOVANILE – L’interesse dei nerazzurri per Semih Kaya, classe 1991 non è sorto negli ultimi mesi. Già nel 2008 alcuni dirigenti si erano mossi con il Galatasary intenzionati a portarlo a Milano, nella Primavera interista. I turchi però credevano molto nel loro canterano, tanto da farlo esordire in prima squadra, sotto la guida di Frank Rijkaard, nel 2009. L’anno successivo Kaya non riesce a esplodere e il ragazzo accetta di andare in prestito per poter maturare. La decisione si dimostra azzeccata: al suo ritorno a Istanbul, nel 2011/12, il difensore si guadagna la fiducia di Fatih Terim e, nonostante la giovane età, diventa titolare inamovibile della linea difensiva giallorossa.

PRONTO PER L’ESTERO – Al termine della stagione, oltre allo scudetto, Kaya festeggia il premio ottenuto come miglior giovane dell’anno. Le sue prestazioni con il Galatasaray portano Arsenal e Barcellona a contattare i dirigenti turchi, ma le trattative falliranno, soprattutto per la volontà del giocatore, il quale preferisce restare in patria ancora per qualche stagione. Oggi, complice anche la conoscenza con Roberto Mancini, che lo ha allenato l’anno scorso al Galatasaray, sembra si senta pronto per un’esperienza all’estero e l’Inter ha subito contattato la dirigenza turca.

CARATTERISTICHE – Il punto di forza di Kaya, 1.82 per 75 Kg, è soprattutto nella marcatura. E’ un difensore arcigno, deciso negli interventi, ma dotato di buona tecnica e di buon tempismo negli interventi. Impiegato solitamente come centrale, è in grado di giocare anche come esterno in una difesa a quattro. I dirigenti turchi chiedono per il suo cartellino 6 milioni di euro, cifra che l’Inter considera giusta per un investimento che potrebbe rivelarsi molto positivo per il futuro e per la costruzione di una squadra in grado di ambire a traguardi prestigiosi.

Facebooktwittergoogle_plusmail