CdS: Thohir vuole Ibrahimovic all’Inter e prepara l’incontro

Articolo di
11 luglio 2015, 16:16
Ibrahimovic

Non c’è pace per i tifosi dell’Inter in questa sessione di mercato, che diventa ancora più tormentata per quelli del Milan: al centro, adesso, c’è Zlatan Ibrahimovic. Dalle pagine online del “Corriere dello Sport” arrivano interessanti novità, tutte da confermare

AFFARE DA 42 MILIONI – Ecco quanto pubblicato dal Direttore del quotidiano romano, Xavier Jacobelli: «A Parigi non hanno più dubbi. Gli ultimi, sono stati fugati dal viaggio di Florentino Perez in Qatar, dove il presidente del Real Madrid è andato per capire quanto il Psg di Al Khelaifi sia disposto a spendere per ingaggiare Cristiano Ronaldo. E, se il portoghese va al Psg, dal Psg se ne va Ibrahimovic. Prezzo del cartellino, circa 6 milioni di euro: stipendio del giocatore, 6 milioni di euro a stagione per tre anni». Un affare da 42 milioni, considerando i 6 milioni per i cartellino e i 36 milioni lordi per l’ingaggio dello svedese.

BEFFA KONDOGBIA STYLE«Erano questi i termini dell’accordo che al Milan stavano bene e stavano bene anche a Mino Raiola. Poi è arrivata l’Inter. Nell’entourage di Thohir in queste ore riecheggia una frase che è tutto un programma: “Anche Kondogbia era del Milan, ma alla fine l’abbiamo preso noi”. Così, Galliani (che tutto potrebbe accettare, fuorché rivedere Ibra in maglia nerazzurra: i tifosi non glielo perdonerebbero mai), già ustionato da Kondogbia ha fatto sapere a Raiola che il Milan è disposto ad aumentare l’ offerta, svenandosi sino a 7,5 milioni di euro netti all’anno per un attaccante che il 3 ottobre compirà 34 anni, ma è l’unico capace di ribaltare i rossoneri dopo i disastri degli ultimi tre campionati. Potete immaginare la reazione entusiastica di Raiola». Un’altra beffa per il Milan, quindi, che al momento deve riflettere su altre cose: ma se volevano davvero il francese, perché non hanno ceduto prima El Shaarawy al Monaco? Dilemma.

THOHIR DECISO«Thohir, però non molla, punta forte su Perisic e, per capire quante chances abbia l’Inter di arrivare a Ibrahimovic, è pronto a fare come Perez. A Doha o Parigi, il successore di Moratti vuole incontrare Al Khelaifi. L’Ibraderby continua». Un Thohir molto decisivo, dunque, se questo racconto fosse confermato. Non ci resta che aspettare novità, visto che l’Ibraderby a oggi è solo mediatico, proprio come piace a loro: Ibrahimovic, Raiola, Galliani e si, anche ai giornalisti…