Canovi: “Fidatevi di Ausilio, è uno dei migliori dirigenti italiani”

Articolo di
11 giugno 2015, 15:03
ausilio

La redazione de “IlSussidiario.net” ha intervistato in esclusiva il noto agente Dario Canovi per chiedergli la sua opinione per quanto riguarda il mercato dell’Inter, con il direttore sportivo Piero Ausilio che potrebbe essere costretto a sacrificare uno o più giocatori per finanziare l’acquisto di alcune pedine che possano aiutare la squadra a fare il salto di qualità come ad esempio Juan Cuadrado e Geoffrey Kondogbia.

CEDERE PRIMA DI COMPRARE – “L’Inter deve prima risolvere alcune situazioni delicate e dopo potrà fare mercato senza problemi. Sono poche le squadre che possono spendere senza cedere nessuno, l’Inter ha bisogno di vendere per poi comprare. I tifosi dell’Inter stiano tranquilli e si fidino di Ausilio. Thohir ha fatto bene a lasciare tutto in mano a lui, lo considero uno dei migliori dirigenti italiani, sono convinto che l’Inter uscirà rafforzata dal calciomercato estivo”.

CUADRADO – Canovi rivela di essere estremamente sorpreso dalle difficoltà incontrate dal colombiano e da altri ex talenti della Serie A in Inghilterra: “E’ un mistero che non riesco a capire, come mai uno come Cuadrado in Inghilterra non ha fatto bene. E non credo che si tratti di ambientamento. Inspiegabile come certi elementi di qualità come Lamela e Jovetic non riescano a fare bene in Premier League. In Italia invece farebbero ancora la differenza”.

KONDOGBIA – Difficile arrivare al centrocampista francese classe ’93 a meno che la società di Corso Vittorio Emanuele II non decida di investire delle cifre particolarmente elevate: “Dipende da quello che vorrà spendere la società perché il giocatore del Monaco costa davvero tanto”.