Biabiany, che bocciatura da de Boer: primo epurato dell’Inter?

Articolo di
28 settembre 2016, 14:14
biabiany

Nei giorni scorsi avevamo fatto presente la ricerca di esuberi in casa Inter, indicando in Biabiany il primo elemento extra nel pacchetto offensivo: a distanza di pochissimo tempo de Boer dà un’ulteriore conferma. Adesso toccherà ad Ausilio risolvere sul mercato la situazione

BIABIANY BOCCIATO – Per mesi, anzi anni si è detto: “Jonathan Biabiany è e sarà ancora utile all’Inter perché prodotto del vivaio giovanile, necessario per recuperare un posto nella Lista UEFA e ora anche nella Lista Serie A, inoltre un’ala con la sua velocità può spaccare le partite nella ripresa e…”. E poi è arrivato Frank de Boer. Il tecnico olandese ha praticamente bocciato l’ala destra francese, rimasta fuori dalla lista dei convocati sia in campionato sia in Europa League. Biabiany, infatti, non è partito con la squadra verso Praga, nonostante il massiccio turnover previsto. Problemi fisici? No, non risulta. Biabiany si sta allenando regolarmente con il gruppo – e ieri è anche andato a segno con un bel gol in allenamento -, ma non rientra nei piani tecnici di de Boer.

CESSIONE IN VISTA – Che Biabiany non sia mai stato da Inter è cosa nota, che Biabiany non possa essere utile all’Inter è un’altra questione, che potrebbe essere anche approfondita, ma servirebbe a poco. In estate è arrivato Antonio Candreva: stesso ruolo, ma oltre alla velocità – ovviamente inferiore, ma è normale essendo Biabiany un corridore mancato – l’ex Lazio porta in dote anche abilità tecniche da giocatore di medio-alto livello, ovvero il necessario per essere titolare in questa Inter. La concretezza di Candreva si scontra con la fumosità di Biabiany, che non ha mai dimostrato grande intelligenza tattica nella gestione della palla e nella manovra: velocissimo sì, ma in una grande squadra non può bastare. Adesso è arrivato anche Gabriel “Gabigol” Barbosa, che sulla fascia destra vuole mettere le tende con caratteristiche diverse da Candreva: no, non c’è spazio anche per Biabiany. Dal mercato in futuro potrebbe arrivare addirittura altro, mentre il futuro di Biabiany è lontano da Milano: via già a gennaio? Probabilissimo, più Cina che Italia/Europa per lui. In attesa di novità.

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Andrea Turano
Nato nell’era Bagnoli, ma svezzato da Simoni, vive la sua vita in nero e azzurro. Parla di Inter ventiquattro ore al giorno, nel tempo libero si limita a scrivere, sempre di Inter. Sogna di lasciare un ricordo indelebile nella storia della Beneamata, come Arnautovic. E’ un tifoso sfegatato come tanti, ma obiettivo come pochi.