Berardi: sfida Juve-Inter nel 2017 senza clausole di favore – TS

Articolo di
7 settembre 2016, 07:47
Domenico Berardi Sassuolo

Mancato il colpo nell’estate 2016, il futuro di Berardi dovrebbe finalmente definirsi a un anno di distanza: secondo quanto riportato dal “Tuttosport” odierno, nonostante la Juventus continui ad aspettare un sì atteso tre anni, l’Inter non mollerà la presa al pari delle altre big

BERARDI, ESTATE 2017 DECISIVA –Domenico Berardi, 22 anni, in realtà sarebbe dovuto arrivare prima di Marko Pjaca a Torino. L’esterno d’attacco del Sassuolo, sabato grande assente della sfida dello Stadium, è promesso sposo juventino da tre estati. Formule diverse (dalla comproprietà al diritto di riacquisto), ma stesso epilogo: ogni anno l’azzurrino ha optato per restare in Emilia. «No, grazie» e rinvii che non hanno scalfito la stima della Juventus nei suoi confronti. Berardi è uno dei migliori Under italiani e i dirigenti bianconeri, grazie agli ottimi rapporti con il Sassuolo, a fine campionato torneranno all’assalto del ‘Robben calabrese’, protagonista di un avvio di stagione da urlo: 7 gol tra campionato ed Europa League”.

ASTA AL RIALZO, INTER IN FILA – “Il feeling tra i due club è un vantaggio indubbio, ma la volontà del giocatore – come si è visto fin qui – avrà il suo peso. Sull’esterno d’attacco del patron Giorgio Squinzi tengono gli occhi aperti tutte le big. Inter e Napoli ci hanno già provato nei mesi scorsi. Nel 2017 andrà in scena una nuova sfida. La Juventus non ha più un diritto di riacquisto a una cifra pre-fissata (a giugno il prezzo era 25 milioni di euro) e questo aspetto potrebbe stimolare ulteriormente le rivali”.

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Andrea Turano
Nato nell’era Bagnoli, ma svezzato da Simoni, vive la sua vita in nero e azzurro. Parla di Inter ventiquattro ore al giorno, nel tempo libero si limita a scrivere, sempre di Inter. Sogna di lasciare un ricordo indelebile nella storia della Beneamata, come Arnautovic. E’ un tifoso sfegatato come tanti, ma obiettivo come pochi.