Benatia, perché all’Inter serve come il pane

Articolo di
6 giugno 2015, 21:47
mehdi-benatia

L’Inter ha chiesto Benatia al Bayern, ma pare aver ricevuto un no; almeno per ora. I nerazzurri però devono intervenire in difesa, l’acquisto di Benatia servirebbe moltissimo alla causa. Vediamo perché.

DIFESA VERO PROBLEMA – Non è un mistero che la difesa dell’Inter nella stagione appena conclusa sia stata il vero tallone d’Achille della squadra. Infatti, a un attacco che ha saputo esprimere il capocannoniere del campionato fa da contraltare una retroguardia che ha numeri da retrocessione.

COPPIA SCOPPIATA – Intervenire in difesa è uno dei primi obiettivi della società di Thohir. Juan Jesus ha sbandato più volte durante l’anno, mentre Ranocchia non sempre è riuscito a dimostrare la personalità del centrale navigato. Siamo sinceri: l’Inter non si può permettere una coppia così.

BENATIA – Negli ultimi giorni è salito prepotentemente alla ribalta il nome di Mehdi Benatia, il centrale marocchino che il Bayern Monaco ha prelevato questa estate per 26 milioni dalla Roma. Un’operazione abbastanza complicata, ma non impossibile, tenuto conto anche della volontà del giocatore di rientrare in Italia.

COPPIA PERFETTA – Benatia, dotato di ottima velocità e una capacità d’anticipo sopra la media, sarebbe la spalla ideale di Ranocchia, che rispetto a Juan Jesus ha maggiori doti tecniche. Entrambi i giocatori, poi, sono votati a far ripartire l’azione e ad avanzare palla al piede. Inoltre, Benatia e Ranocchia potrebbero giocare indifferentemente con la difesa a tre e a 4. Il marocchino avrebbe dalla sua anche una buona dose di carattere che potrebbe dare maggiore sicurezza al capitano e farlo esplodere definitivamente.

IN FRETTA – La società di corso Vittorio Emanuele deve iniziare a mettere dei punti fermi: non si può arrivare al 30 agosto con tutto ancora da definire. La difesa è il reparto da sistemare per primo, si accelerino i tempi e si scongiuri, visto l’interesse mostrato dai bianconeri anche per Benatia, un Dybala bis.