Asse rovente col Chelsea: ecco chi è Mario Pasalic

Articolo di
5 giugno 2015, 12:26
pasalic

Nelle ultime ore si fa sempre più forte il nome di questo giovane croato del Chelsea, cresciuto nell’Hajduk Spalato e che ha vissuto l’ultima stagione nella Liga spagnola, con la maglia dell’Elche: le sue prestazioni si sono guadagnate l’attenzione dell’Inter, che potrebbe dunque allargare i discorsi di mercato con i blues: Cuadrado ed ora anche Pasalic.

UN COLOSSO DAI PIEDI BUONI – Mario Pasalic, nato a Magonza in Germania, appena 20 anni fa. Un predestinato, cresciuto in Croazia e subito passato all’Hajduk Spalato dove si presenta con una doppietta alla Dinamo Zagabria entrando subito nel cuore dei tifosi e nelle grazie dei maggiori club europei. La Lazio è il primo club italiano a mettergli occhi ed orecchie addosso, intravedendo in lui l’erede di Hernanes: sono addirittura 11 le reti nell’intera annata all’Hajduk. Infatti Pasalic è molto più che un semplice regista basso: unisce qualità da trequartista ad un fisico imponente di quasi 190 centimentri, che gli consentono una forte presenza anche in fase di interdizione. Il Chelsea è però il club che più decide di scommettere su di lui, lo acquista per 3 milioni di euro lasciandolo in prestito a Spalato sino a fine stagione. Nell’estate del 2014 segue tutta la preparazione con Mourinho, per poi passare in Spagna, all’Elche. La stagione è ottima, debutta contro il Barça e segna in aprile la prima rete nella Liga: 35 presenze e 3 gol in totale, niente male per un 20enne. A soli 19 anni debutta nella nazionale maggiore della Croazia, in un reparto dove la concorrenza è fortissima fra i vari Modric, Rakitic, Kovacic e Brozovic. L’Inter, anche per via dei rapporti iniziati per Cuadrado, ha cominciato ad interessarsi non poco del giocatore, vista la perenne ricerca di centrocampisti: ha un contratto coi blues sino al 2018, ma il Chelsea vorrebbe ancora mantenere il ragazzo sotto la sua proprietà per capire che potenziale e quali margini di crescita ha ancora il giocatore, prima di privarsene e ricavare ben poco da una cessione che ad oggi non frutterebbe più di 5 milioni. L’Inter resta alla finestra, pronta ad imbastire una doppia trattativa fra Pasalic e Cuadrado.