Ag. Criscito: “Doppio no dello Zenit all’Inter! I motivi…”

Articolo di
31 agosto 2016, 19:51
Domenico Criscito

Andrea D’Amico – agente di Criscito – intervistato dai microfoni di “Sportitalia” dalla sede del mercato, spiega i motivi per cui neanche in questa sessione il suo assistito, dopo il continuo accostamento, non ha vestito la maglia dell’Inter

NIENTE CRISCITO – L’agente Andrea D’Amico chiude alla possibilità di un trasferimento last minute del jolly difensivo italiano in forza ai russi: «Lo Zenit San Pietroburgo è una bottega cara. Sia l’anno scorso con l’Inter sia quest’anno di nuovo con l’Inter e con Fiorentina e Napoli, lo Zenit non han mai voluto privarsene. Anche perché, per l’allenatore Mircea Lucescu, Criscito è un giocatore importante dato che può fare sia l’esterno sia il centrale in difesa. Prima o poi lo rivedremo in Italia… Criscito è un giocatore molto importante, però ha già trent’anni: lo Zenit accetterebbe una sua cessione solo per cifre importanti sui 15 milioni di euro, invece in Italia si investe più su giovani da valorizzare».

Facebooktwittergoogle_plusmail
The following two tabs change content below.
Andrea Turano
Nato nell’era Bagnoli, ma svezzato da Simoni, vive la sua vita in nero e azzurro. Parla di Inter ventiquattro ore al giorno, nel tempo libero si limita a scrivere, sempre di Inter. Sogna di lasciare un ricordo indelebile nella storia della Beneamata, come Arnautovic. E’ un tifoso sfegatato come tanti, ma obiettivo come pochi.